Tutto quello che dovete sapere sui diagrammi UML per lo sviluppo di software

Condividi questo articolo:


Che cos’è un diagramma UML?

Un diagramma UML è un diagramma basato sull’UML (Unified Modeling Language) con lo scopo di rappresentare visivamente un sistema insieme ai suoi principali attori, ruoli, azioni, artefatti o classi, al fine di comprendere, modificare, mantenere o documentare meglio le informazioni sul sistema.

UML è un acronimo che sta per Unified Modeling Language. In parole povere, UML è un approccio moderno al software di modellazione e documentazione. Infatti, è una delle tecniche di modellazione dei processi di business più popolari.

Si basa su rappresentazioni diagrammatiche dei componenti del software. Come dice il vecchio proverbio: “un’immagine vale più di mille parole”. Utilizzando rappresentazioni visive, siamo in grado di comprendere meglio eventuali difetti o errori nel software o nei processi di business.

UML è stato creato come risultato del caos che ruota intorno allo sviluppo del software e alla documentazione. Negli anni Novanta, c’erano diversi modi per rappresentare e documentare i sistemi software. È nata l’esigenza di un modo più unificato di rappresentare visivamente tali sistemi e di conseguenza, nel 1994-1996, l’UML è stato sviluppato da tre ingegneri del software che lavorano alla Rational Software. Successivamente è stato adottato come standard nel 1997 e da allora è rimasto lo standard, ricevendo solo pochi aggiornamenti.

A cosa serve l’UML?

Principalmente, l’UML è stato utilizzato come linguaggio di modellazione generale nel campo dell’ingegneria del software. Tuttavia, ha ora trovato la sua strada nella documentazione di diversi processi aziendali o flussi di lavoro. Ad esempio, i diagrammi di attività, un tipo di diagramma UML, possono essere utilizzati in sostituzione dei diagrammi di flusso. Essi forniscono sia un modo più standardizzato di modellare i flussi di lavoro sia una più ampia gamma di caratteristiche per migliorare la leggibilità e l’efficacia.

L’UML stesso trova diversi utilizzi nello sviluppo di software e nella documentazione dei processi aziendali:

Bozza iniziale

I diagrammi UML, in questo caso, sono utilizzati per comunicare diversi aspetti e caratteristiche di un sistema.

Tuttavia, questa è solo una vista di alto livello del sistema e molto probabilmente non includerà tutti i dettagli necessari per eseguire il progetto fino alla fine.

  • Forward Design – Il disegno dello schizzo viene fatto prima di codificare l’applicazione. Questo viene fatto per ottenere una migliore visione del sistema o del flusso di lavoro che si sta cercando di creare.
  • Molti problemi o difetti di progettazione possono essere rivelati, migliorando così la salute e il benessere generale del progetto.
  • Backward Design – Dopo aver scritto il codice, i diagrammi UML vengono disegnati come una forma di documentazione per le diverse attività, ruoli, attori e flussi di lavoro.

Blueprint

In tal caso, il diagramma UML serve come un progetto completo che richiede solo l’effettiva implementazione del sistema o del software. Spesso, questo viene fatto utilizzando strumenti CASE (Computer Aided Software Engineering Tools). Il principale svantaggio dell’utilizzo degli strumenti CASE è che essi richiedono un certo livello di competenza, di formazione degli utenti, nonché di gestione e di impegno del personale.

Pseudo Linguaggio di programmazione

UML non è un linguaggio di programmazione autonomo come Java, C++ o Python, tuttavia, con i giusti strumenti, può trasformarsi in uno pseudo linguaggio di programmazione. Per ottenere questo, l’intero sistema deve essere documentato in diversi diagrammi UML e, utilizzando il software giusto, i diagrammi possono essere tradotti direttamente in codice. Questo metodo può essere vantaggioso solo se il tempo necessario per disegnare i diagrammi richiede meno tempo rispetto alla scrittura del codice vero e proprio.

Nonostante l’UML sia stato creato per la modellazione di sistemi software, ha trovato diverse adozioni in campo commerciale o in sistemi non software.

Tipi di diagrammi UML

Esistono diversi tipi di diagrammi UML e ciascuno di essi serve a uno scopo diverso, indipendentemente dal fatto che sia stato progettato prima o dopo l’implementazione (come parte della documentazione).

Le due categorie più ampie che comprendono tutti gli altri tipi sono il diagramma UML comportamentale e il diagramma UML strutturale. Come suggerisce il nome, alcuni diagrammi UML cercano di analizzare e descrivere la struttura di un sistema o processo, mentre altri descrivono il comportamento del sistema, i suoi attori e i suoi componenti costruttivi. I diversi tipi sono suddivisi come segue:

Diagramma UML comportamentale

  • Diagramma di attività
  • Utilizzare il diagramma del caso
  • Schema generale dell’interazione
  • Diagramma di temporizzazione
  • Diagramma della macchina di stato
  • Schema di comunicazione
  • Diagramma di sequenza

Schema strutturale UML

  • Schema della classe
  • Diagramma dell’oggetto
  • Schema dei componenti
  • Schema della struttura composita
  • Diagramma di distribuzione
  • Schema del pacchetto
  • Schema del profilo

Non tutti i 14 diversi tipi di diagrammi UML sono utilizzati regolarmente per documentare sistemi e/o architetture. Il Principio di Pareto sembra applicarsi anche in termini di utilizzo dei diagrammi UML – il 20% dei diagrammi viene utilizzato per l’80% del tempo dagli sviluppatori. Quelli più frequentemente utilizzati nello sviluppo di software sono: Usare i diagrammi di caso, i diagrammi di classe e i diagrammi di sequenza.

Diagramma di attività

I diagrammi di attività sono probabilmente i più importanti diagrammi UML per la modellazione dei processi di business. Nello sviluppo di software, è generalmente usato per descrivere il flusso delle diverse attività e azioni. Questi possono essere sia sequenziali che paralleli. Essi descrivono gli oggetti utilizzati, consumati o prodotti da un’attività e la relazione tra le diverse attività. Tutti questi elementi sono essenziali nella modellazione dei processi di business.

Activity UML Diagram

Un processo non è focalizzato su ciò che viene prodotto, ma piuttosto sull’insieme delle attività che portano l’una all’altra e su come sono interconnesse, con un chiaro inizio e una chiara fine. L’esempio sopra riportato descrive l’insieme delle attività che si svolgono in un processo di pubblicazione di contenuti. In un ambiente aziendale, questo viene anche chiamato mappatura dei processi aziendali o modellazione dei processi aziendali.

Gli attori principali sono l’autore, l’editore e l’editore. Nel diagramma, si può vedere come la forma del diamante viene utilizzata per descrivere i processi che richiedono ramificazioni o processi ripetitivi, cioè: i cicli. In questo esempio, uno dei loop avviene quando il revisore sta rivedendo la bozza e decide che è necessario apportare alcune modifiche. L’autore rivede quindi la bozza e la spinge nuovamente lungo la pipeline, affinché la revisione venga analizzata.

Utilizzare il diagramma del caso (Case diagram)

Una parte fondamentale del sistema è costituita dai requisiti funzionali che il sistema soddisfa. I diagrammi di caso d’uso sono utilizzati per analizzare i requisiti di alto livello del sistema. Questi requisiti sono espressi attraverso diversi casi d’uso. Notiamo tre componenti principali di questo diagramma UML:

  • Requisiti funzionali – rappresentati come casi d’uso; un verbo che descrive un’azione
  • Attori – interagiscono con il sistema; un attore può essere un essere umano, un’organizzazione o un’applicazione interna o esterna
  • Rapporti tra attori e casi d’uso – rappresentati con frecce dritte
  • L’esempio seguente illustra il diagramma UML del caso d’uso per un sistema di gestione dell’inventario. In questo caso abbiamo il proprietario, il fornitore, il manager, il responsabile, l’addetto all’inventario e l’ispettore dell’inventario.

Use Case UML Diagram

All’interno dei contenitori circolari, esprimiamo le azioni che gli attori compiono. Tali azioni sono: acquistare e pagare le scorte, controllare la qualità delle scorte, restituire le scorte o distribuirle. Come avrete notato, i diagrammi UML del caso sono utili per mostrare i comportamenti dinamici tra gli attori all’interno di un sistema, semplificando la visione del sistema e non rispecchiando i dettagli dell’implementazione.

Diagramma di interazione

I diagrammi UML Interaction Overview sono probabilmente tra i più complessi. Finora abbiamo spiegato cos’è un diagramma di attività. Inoltre, all’interno dell’insieme dei diagrammi comportamentali, abbiamo un sottoinsieme di quattro diagrammi, chiamati Diagrammi di interazione:

  • Diagramma di Interazione
  • Diagramma di temporizzazione
  • Diagramma di sequenza
  • Schema di comunicazione

Quindi, il diagramma di interazione è un diagramma di attività fatto di diversi diagrammi di interazione. Diciamo che si tratta di un mix di diagrammi di attività con diagrammi di interazione, tuttavia, la maggior parte dei siti web ama considerarli come diagrammi di attività specializzati. Ciò significa che è possibile utilizzare la maggior parte delle annotazioni che vengono utilizzate all’interno di un diagramma di attività, con l’aggiunta di elementi quali l’interazione, l’uso dell’interazione, il vincolo temporale, la durata, ecc…

Interaction Overview UML Diagram

L’esempio sopra riportato mostra come i diagrammi UML possono essere usati per descrivere il comportamento dinamico di un sistema, l’organizzazione strutturale e l’interazione tra gli oggetti. Tutto questo, considerando il tempo e l’ordine in cui gli eventi accadono, tenendo così d’occhio la sequenza degli eventi e i flussi di messaggi.

Il diagramma ha un punto di partenza e uno di arrivo, proprio come qualsiasi diagramma di attività. Poi, in una vista di alto livello, rappresenta le interazioni e gli usi dell’interazione attraverso l’uso delle cornici rettangolari. All’interno delle interazioni (frame rettangolari), abbiamo incluso un diagramma di sequenza completo a sé stante, contenente tre attori principali: l’assistente, il sistema di reporting del middleware e l’ispettore. Una volta completata la sequenza delle azioni, lo stato del flusso si dirama e ripete l’interazione precedente oppure passa ad una nuova interazione e quindi termina il flusso.

Diagramma dei tempi

I diagrammi UML di temporizzazione sono utilizzati per rappresentare le relazioni degli oggetti quando il centro dell’attenzione si appoggia sul tempo. Non ci interessa come gli oggetti interagiscono o si modificano a vicenda, ma piuttosto vogliamo rappresentare come gli oggetti e gli attori agiscono lungo un asse temporale lineare.

Ogni singolo partecipante è rappresentato attraverso una linea di vita, che è essenzialmente una linea che forma dei passi, poiché il singolo partecipante passa da uno stadio all’altro. L’attenzione principale è focalizzata sulla durata temporale degli eventi e sui cambiamenti che si verificano a seconda dei vincoli di durata.

I componenti principali di un diagramma UML di temporizzazione sono:

  • Linea di vita – singolo partecipante
  • Timeline di stato – una singola linea di vita può attraversare diversi stati all’interno di un gasdotto
  • Vincolo di durata – un vincolo di intervallo di tempo che rappresenta la durata necessaria per soddisfare un vincolo
  • Vincolo di tempo – un vincolo di intervallo di tempo durante il quale qualcosa deve essere soddisfatto dal partecipante
  • Destruction occurrence – un messaggio che distrugge il singolo partecipante e rappresenta la fine dell’ancora di salvezza di quel partecipante
  • Di seguito è riportato un esempio di diagramma UML di temporizzazione semplificato. Esso rappresenta le fasi della crescita umana. Di conseguenza, ha una sola linea di vita.

Timing UML Diagram

Stato macchina –  diagramma UML

I diagrammi UML dello stato delle macchine, detti anche diagrammi Statechart, sono utilizzati per descrivere i diversi stati di un componente all’interno di un sistema. Prende il nome di Statechart machine perché il diagramma è essenzialmente una macchina che descrive i diversi stati di un oggetto e come cambia in base ad eventi interni ed esterni.

Un diagramma di stato macchina molto semplice sarebbe quello di una partita a scacchi. Una tipica partita a scacchi consiste in mosse fatte dal Bianco e mosse fatte dal Nero. Il Bianco ha la prima mossa e quindi inizia la partita. La conclusione della partita può avvenire indipendentemente dal fatto che sia il turno del Bianco o del Nero. La partita può terminare con uno scacco matto, con le dimissioni o con un pareggio (diversi stati della macchina).

UML State machine Diagram

Le Statecharts trovano impiego principalmente nell’ingegneria avanzata e inversa di diversi sistemi.

Diagramma UML di sequenza

I diagrammi di sequenza sono probabilmente i diagrammi UML più importanti non solo per la comunità informatica, ma anche come modelli a livello di progettazione per lo sviluppo di applicazioni aziendali. Ultimamente, sono diventati popolari nel rappresentare i processi di business, a causa della loro natura visivamente autoesplicativa.

Come suggerisce il nome, i diagrammi di sequenza descrivono la sequenza dei messaggi e delle interazioni che avvengono tra attori e oggetti. Gli attori o gli oggetti possono essere attivi solo quando necessario o quando un altro oggetto vuole comunicare con loro. Tutte le comunicazioni sono rappresentate in modo cronologico. Per avere un’idea migliore, controllate l’esempio di un diagramma di sequenza UML qui sotto.

Come suggerisce il nome, i diagrammi strutturali sono utilizzati per rappresentare la struttura di un sistema. Più specificamente, è usato nello sviluppo di software per rappresentare l’architettura del sistema e come i diversi componenti sono interconnessi (non come si comportano o comunicano, semplicemente dove si trovano).

Qui sotto si può vedere un esempio di diagramma di sequenza, che rappresenta un sistema di registrazione del corso.

Sequence UML Diagram

Diagramma UML di comunicazione

In UML 1.x, i diagrammi di comunicazione venivano chiamati diagrammi collaborativi. Come suggerisce il nome, il focus principale di questo tipo di diagramma UML è la comunicazione tra oggetti.

Poiché i componenti principali sono i messaggi che vengono scambiati tra gli oggetti, possiamo costruire diagrammi di comunicazione nello stesso modo in cui faremmo un diagramma di sequenza. L’unica differenza tra i due è che gli oggetti nei diagrammi di comunicazione sono mostrati con connessioni di associazione.

Visivamente, i due si differenziano per il fatto che i diagrammi di sequenza sono ben strutturati verticalmente e il flusso dei messaggi segue un approccio cronologico dall’alto verso il basso. I diagrammi UML di comunicazione, invece, utilizzano schemi numerici e frecce di puntamento per rappresentare il flusso dei messaggi.

Se si dovesse scegliere tra i due quando si scrive la documentazione di un processo o di un sistema, i diagrammi di sequenza sarebbero probabilmente una scelta migliore. Molti ingegneri del software preferiscono i diagrammi di sequenza non solo perché sono meglio strutturati, ma anche perché è stata data loro maggiore attenzione in termini di annotazioni disponibili all’interno della documentazione UML.

D’altra parte, i diagrammi di comunicazione sono molto più facili da progettare perché si può letteralmente aggiungere un oggetto in qualsiasi punto del tavolo da disegno. Dopotutto, affinché gli oggetti possano essere collegati, devono solo far parte della sequenza numerata, senza dover essere fisicamente vicini l’uno all’altro.

Qui di seguito analizziamo i diagrammi di sequenza. Se volete saperne di più sulle differenze tra i diagrammi di comunicazione e i diagrammi di sequenza, potete leggere qui.

Communication UML Diagram

Schema delle classi – Class diagram

Il diagramma UML di classe è il tipo di diagramma più comune per la documentazione del software. Poiché la maggior parte del software che viene creato al giorno d’oggi si basa ancora sul paradigma della programmazione orientata agli oggetti, l’utilizzo dei diagrammi di classe per documentare il software si rivela essere una soluzione di buon senso. Questo accade perché l’OOP si basa sulle classi e sulle relazioni tra di esse.

In poche parole, i diagrammi di classe contengono classi, oltre ai loro attributi (chiamati anche campi dati) e ai loro comportamenti (chiamati anche funzioni dei membri). Più precisamente, ogni classe ha 3 campi: il nome della classe in alto, gli attributi della classe proprio sotto il nome, le operazioni/comportamenti della classe in basso. La relazione tra le diverse classi (rappresentata da una linea di collegamento), costituisce un diagramma di classe.

Class UML Diagram

L’esempio sopra riportato mostra un diagramma di classe di base. La classe ‘Conto corrente’ e la classe ‘Conto risparmio’ ereditano entrambe dalla classe più generale, ‘Conto’. L’ereditarietà viene mostrata utilizzando la freccia a testa vuota. L’altra classe nel diagramma è la classe ‘Cliente’. Il diagramma è abbastanza autoesplicativo e mostra chiaramente le diverse classi e come sono collegate tra loro.

Diagramma dell’oggetto

Quando discutiamo di diagrammi UML strutturali, non abbiamo altra scelta che approfondire i concetti legati all’informatica. Nello sviluppo di software, le classi sono considerate tipi di dati astratti, mentre gli oggetti sono istanze della classe astratta. Per esempio, se abbiamo una classe “Car” che è un generico tipo astratto, allora un’istanza della classe “Car” sarebbe una “Audi”.

I diagrammi UML degli oggetti aiutano gli sviluppatori di software a verificare se la struttura astratta generica che hanno creato (diagramma di classe), rappresenta una struttura fattibile quando viene messa in pratica, cioè: quando gli oggetti di una classe sono istanziati. Alcuni sviluppatori lo vedono come un livello secondario di controllo della precisione.

Object UML Diagram

Il diagramma UML dell’oggetto di cui sopra si basa sul diagramma di classe che abbiamo mostrato in precedenza. Esso raffigura istanze (oggetti) delle classi che abbiamo creato in precedenza. Per essere più precisi, la classe generale “Client”, ora ha un vero e proprio cliente chiamato “James”. James è un’istanza della classe più generica e ha gli stessi attributi, ma con determinati valori. La stessa cosa è stata fatta con il conto “Checkings and Savings”. Sono entrambi oggetti delle rispettive classi.

Notate qualche errore? Date un’occhiata all’esempio del diagramma di classe. Si può notare che gli attributi ‘account_number’ e ‘routing_number’ sono diversi per il conto Checkings and Savings. Di conseguenza, ha più senso inserire questi attributi nelle rispettive classi, piuttosto che nella più generica classe ‘Conto’.

Inoltre, notiamo che non usiamo gli attributi ‘wire_routing_number’ e ‘bic’. Questo è un indicatore che qualcosa potrebbe essere sbagliato nella progettazione del nostro sistema. Forse non li richiediamo in questo specifico esempio, permettendoci così di mantenere la vecchia struttura. Tuttavia, ci sono buone probabilità che ci sia un difetto di progettazione che deve essere risolto immediatamente.

Schema dei componenti

Quando si tratta di documentazione di sistemi complessi, i diagrammi UML dei componenti possono aiutare a scomporre il sistema in componenti più piccoli. A volte è difficile descrivere l’architettura di un sistema perché potrebbe comprendere diversi reparti o potrebbe impiegare tecnologie diverse.

Per esempio, l’architettura Lambda è il tipico esempio di un’architettura complessa che può essere rappresentata utilizzando un diagramma UML a componenti. L’architettura Lambda è un’architettura di elaborazione dati impiegata da diverse aziende per la memorizzazione e l’elaborazione dei dati in un sistema distribuito. È composta da tre diversi livelli: il livello di velocità, il livello di batch e quello di servizio.

lambda architecture

Schema della struttura composita

Questo tipo di diagramma UML non è comunemente usato perché la sua funzione è molto specifica. Esso rappresenta solo la struttura interna di una classe e le relazioni tra i diversi componenti di classe.

I professionisti del settore non sono generalmente interessati ai diagrammi a struttura composita perché il loro obiettivo principale è la vista di alto livello dei componenti e il modo in cui comunicano tra loro. È quasi irrilevante per un manager sapere come uno specifico membro dei dati di una classe sia in relazione con un membro dei dati di un’altra classe.

Di seguito, potete trovare un esempio semplificato per avere un’idea generale di come appare.

Composite Structure UML Diagram

Diagramma di distribuzione

I diagrammi di distribuzione sono utilizzati per visualizzare la relazione tra software e hardware. Per essere più specifici, con i diagrammi di distribuzione possiamo costruire un modello fisico di come i componenti software (artefatti) sono distribuiti sui componenti hardware, noti come nodi.

Un tipico diagramma di distribuzione semplificato per un’applicazione web includerebbe:

Nodi (application server e database server)
Artefatti (client dell’applicazione e schema del database
I nodi ospitano i manufatti. Lo schema del database gira sul server del database e il client dell’applicazione gira sul server dell’applicazione.

Come suggerisce il nome, lo schema di distribuzione mostra esattamente dove viene distribuito ogni componente software.

Schema del pacchetto

Il diagramma del pacchetto è come un contenitore di macro per i diagrammi UML di distribuzione che abbiamo spiegato sopra. Diversi pacchetti contengono nodi e artefatti. Essi organizzano i diagrammi del modello e i componenti in gruppi, nello stesso modo in cui uno spazio dei nomi incapsula nomi diversi che sono in qualche modo correlati tra loro.

In definitiva un pacchetto può anche essere costruito da diversi altri pacchetti per rappresentare sistemi e comportamenti più complessi. Lo scopo principale di un diagramma di un pacchetto è quello di mostrare le relazioni tra i diversi grandi componenti che compongono un sistema complesso. I programmatori trovano questa opportunità di astrazione un buon vantaggio per l’uso dei diagrammi di pacchetto, specialmente quando alcuni dettagli possono essere lasciati fuori dal quadro generale.

Diagramma del profilo

Il diagramma di profilo non è il tipico tipo di diagramma UML. Infatti, può essere considerato più un meccanismo di estensibilità che un tipo di diagramma come qualsiasi altro.

Con l’uso di stereotipi, valori taggati e vincoli, è possibile estendere e personalizzare le notazioni UML già esistenti. I diagrammi di profilo sono come una lingua, se si parla inglese si possono creare nuove frasi, e se si parla di diagrammi di profilo, beh, allora si possono creare nuove proprietà e semantica per i diagrammi UML.

  • Gli stereotipi – sono utilizzati per estendere gli elementi UML disponibili. Essi consentono di creare, modificare o derivare un nuovo elemento o un nuovo blocco di costruzione che può poi essere utilizzato direttamente in un diagramma.
  • Valori taggati – si pensi a questo come all’aggiunta di nuovi attributi a modelli già esistenti. Un nuovo valore tagged risulterà rispettivamente in una nuova parola chiave.
  • Vincoli – la parola è autoesplicativa, tuttavia, pensate ai vincoli come a nuove condizioni che potete aggiungere ai vostri diagrammi. Per esempio, un vincolo potrebbe essere: “il saldo in sospeso deve essere superiore a 3 dollari”. Questo vincolo può essere usato per controllare quando un conto corrente deve essere chiuso dal sistema della banca.
  • I diagrammi UML sono diventati uno strumento molto potente ultimamente. All’inizio, solo gli sviluppatori di software e i professionisti dell’industria informatica utilizzavano l’UML per documentare modelli, sistemi e architetture software. Oggi, tuttavia, i diagrammi UML sono utilizzati in diversi settori industriali e molti imprenditori hanno iniziato ad adottarli nel loro lavoro quotidiano.

Strumenti per il disegno dei diagrammi UML

Come ogni altra cosa nella vita, per fare qualcosa di buono, ci vogliono gli strumenti giusti. Per documentare software, processi o sistemi, sono necessari gli strumenti giusti che offrono annotazioni UML e modelli di diagrammi UML. Ci sono diversi strumenti di documentazione del software che possono aiutarvi a disegnare un diagramma UML. Essi sono generalmente suddivisi in queste categorie principali:

  • Carta e penna – questo è un gioco da ragazzi. Prendete carta e penna, aprite un foglio di sintassi UML dal web e iniziate a disegnare qualsiasi tipo di diagramma vi serva
  • Strumenti online – ci sono diverse applicazioni online che possono essere utilizzate per disegnare un diagramma UML. La maggior parte di esse offrono prove gratuite o un numero limitato di diagrammi sul livello gratuito. Se siete alla ricerca di una soluzione a lungo termine per disegnare diagrammi UML, è generalmente più vantaggioso acquistare un abbonamento premium per una delle applicazioni.
  • Strumenti online gratuiti – questi fanno più o meno la stessa cosa di quelli a pagamento. La differenza principale è che quelli a pagamento offrono anche tutorial e modelli già pronti per specifici diagrammi UML. Un grande strumento gratuito è draw.io.
  • Desktop application – una tipica applicazione desktop da usare per i diagrammi UML e quasi ogni altro tipo di diagramma è Microsoft Visio. Offre opzioni e funzionalità avanzate. L’unico aspetto negativo è che bisogna pagarlo.

Conclusione

Come avrete già notato, l’utilizzo di un diagramma UML per la documentazione di processi e sistemi può essere molto vantaggioso. Il lato negativo è che all’inizio può sembrare complesso disegnarne uno. Bisogna imparare la sintassi, è necessario scegliere quale dei 14 diversi tipi di diagramma è il più efficiente per il lavoro, ecc. Tuttavia, una volta che si inizia a pensare in standard UML, si otterrà una migliore comprensione del processo o del sistema che si sta mappando.

In definitiva, può aiutarvi a scoprire difetti o possibili ottimizzazioni a cui non avevate pensato prima. Ci auguriamo che questo articolo vi aiuti a iniziare con i diagrammi UML e come possono essere utilizzati in un ambiente aziendale. Se volete aggiungere qualcosa a questo post o se pensate che ci sia sfuggito qualcosa, fatecelo sapere nella sezione commenti qui sotto.


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: