Smart Working: Perché uso WordPress per l’istruzione on-line

Condividi questo articolo:


Questa piattaforma editoriale flessibile può sostituire la tradizionale elaborazione di testi nelle aule e nei contesti educativi.

Credo che WordPress abbia un posto in ogni scuola. La maggior parte degli insegnanti sono alla ricerca di modi per coinvolgere rapidamente i genitori con le notizie della classe, e mentre molti usano i social media, WordPress fornisce una potente alternativa. Un semplice blog in classe, facilmente accessibile a tutti, è un ottimo modo per migliorare la comunicazione.

Quando mi sono imbattuto per la prima volta in WordPress all’inizio del 2006, ho iniziato ad utilizzarlo come software di blogging personale. Ho pensato subito a quanto sarebbe stato utile in classe. WordPress ha tutto ciò che serve per far arrivare velocemente il tuo messaggio a un pubblico globale a poco o nessun costo. Secondo il sito web di WordPress, “WordPress è nato dal desiderio di un sistema di pubblicazione personale elegante e ben strutturato, costruito su PHP e MySQL e con licenza GPL. È il successore ufficiale di b2/cafelog. WordPress è un software moderno, ma le sue radici e il suo sviluppo risalgono al 2001”. Inoltre, WordPress è concesso in licenza sotto la GPL v. 2.0, e si impegna per l’accessibilità. Secondo il loro sito web, “WordPress mira a rendere l’Admin WordPress e i temi in bundle completamente conformi alla WCAG 2.0 AA dove possibile”.

Un grande aggregatore di contenuti

L’ho visto sostituire la tradizionale videoscrittura in classe. Questo nei giorni precedenti alla nascita di Google Apps e di altri metodi relativamente poco costosi per consentire agli studenti di pubblicare i loro scritti a un pubblico più ampio. Le ricerche hanno dimostrato che scrivere per un pubblico autentico aumenta le probabilità di coinvolgimento degli studenti.
Gli insegnanti e i sistemi scolastici alla ricerca di qualcosa di più di un semplice blog potrebbero prendere in considerazione l’utilizzo del plugin WordPress MailPoet per creare una newsletter per la pubblicazione di eventi in classe e a livello scolastico. Utilizzando il plugin MailPoet, i visitatori possono iscriversi come iscritti alla newsletter e creare la propria mailing list.

Forse una newsletter e una mailing list è troppo ambiziosa per le vostre esigenze. In questo caso, è possibile utilizzare bbPress, un altro plugin per facilitare la discussione nel forum. Se si preferisce mantenere la cosa semplice e fornire facilmente moduli di contatto per i genitori per contattare gli insegnanti, allora c’è una soluzione anche per questo. WordPress è un set di comunicazione che fornisce facilmente tutti gli strumenti per facilitare il discorso online, indipendentemente dal vostro obiettivo.

WordPress è costruito su un potente database open source. L’uso di categorie e tag rende facile organizzare i contenuti. Le categorie sono utilizzate al meglio per raggruppamenti più ampi come la codifica o la programmazione per computer, dove i tag potrebbero includere #python, #Go, e #Javascript. WordPress viene fornito con alcune categorie generali, che è possibile mantenere, modificare e aggiungere. Non ci sono limiti al numero di tag che puoi usare.

Usiamo WordPress nel nostro sistema di biblioteche pubbliche, che offre a tutte le biblioteche dei nostri membri un sito web a prezzi accessibili, che può essere facilmente personalizzato in base alle loro particolari esigenze, indipendentemente dalle dimensioni della loro biblioteca. WordPress viene fornito con temi pronti per il mobile, facilitando la leggibilità in quest’era di dispositivi mobili onnipresenti.

Utilizziamo WordPress nel nostro sistema di biblioteche pubbliche, che offre a tutte le nostre biblioteche associate un sito web a prezzi accessibili, che può essere facilmente personalizzato in base alle loro particolari esigenze, indipendentemente dalle dimensioni della loro biblioteca. WordPress viene fornito con temi pronti per il mobile, facilitando la leggibilità in quest’era di dispositivi mobili onnipresenti.

WordPress può funzionare efficacemente anche per i siti web aziendali e di comunità. La parte migliore di tutto questo è che è estremamente facile installare WordPress e renderlo pronto a ricevere i vostri contenuti. Se sei un utente Linux, puoi installare facilmente WordPress anche su Fedora, Ubuntu e altre distribuzioni Linux. I requisiti per l’installazione locale di WordPress sono PHP versione 7.3 o superiore, MySQL versione 5.6 o superiore, o MariaDB versione 10.1 o superiore, e il supporto HTTPS.

Potreste non avere la competenza tecnica né il desiderio di configurare WordPress sulla vostra postazione di lavoro. In questo caso, c’è un’ottima soluzione per voi. Linux chiavi in mano fornisce un’eccellente macchina virtuale che può essere scaricata e fatta girare nel vostro software di virtualizzazione preferito. Basta scaricare l’ISO e installarlo su metallo nudo, oppure scaricare l’immagine della macchina virtuale. Il codice sorgente di WordPress, fornito da Turnkey Linux, è disponibile qui : here

Se sei un utente mobile (e chi non lo è al giorno d’oggi?), WordPress ha un’applicazione mobile che ti supporta quando sei in viaggio. Ora puoi anche scrivere i post dal tuo cellulare o dal tuo tablet.

Indipendentemente dal metodo che scegliete per l’installazione di WordPress, vorrete familiarizzare con gli strumenti di WordPress. Il modo migliore per farlo è consultare la documentazione, che è ampia ed eccellente. WordPress ha delle raccomandazioni per i fornitori di hosting commerciali. Inoltre, se siete nel campo dell’istruzione, potete entrare rapidamente in funzione con un sito WordPress gratuito visitando WordPress.com o Edublogs, se siete nel campo dell’istruzione. Entrambi questi siti ti permettono di creare rapidamente un sito WordPress, ma impongono dei limiti su quali plugin puoi usare.

Il codice sorgente di WordPress è disponibile su GitHub. Se sei uno sviluppatore, un designer, o semplicemente ti piace dare una mano, WordPress ti invita ad unirti alla comunità e a divertirti di più.


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: