Servizi SEO: Cosa fa un’azienda SEO? Come scegliere una web agency per la SEO del tuo sito web

Condividi questo articolo:


Ho davvero bisogno di esternalizzare ad un’agenzia SEO? Posso imparare tutto da solo? Quanto ho considerato giusto spendere?

Lavorare con un’agenzia di marketing digitale “completa” sarebbe una scommessa migliore?

Queste sono alcune delle domande più comuni da porsi quando si considera un esperto o un servizio SEO – e sono tutte valide -.

Un’azienda SEO professionale – al contrario di un’agenzia di marketing generico (digitale) – ha diversi ruoli unici e cruciali. Per capire veramente questi ruoli, tuttavia, è importante prima di tutto capire il giusto concetto di SEO:

Che cos’è in realtà il SEO?

SEO sta per Search Engine Optimization.

Mentre possiamo usare tutti i termini tecnici e il gergo per descrivere il SEO, in poche parole, e come suggerisce il nome, il SEO è semplicemente un’ottimizzazione, o più precisamente, una serie di ottimizzazioni che vengono implementate in un sito web, in modo che il sito web possa posizionarsi meglio sulla pagina dei risultati dei motori di ricerca (principalmente di Google) dei motori di ricerca (SERP).

E’ un malinteso molto comune pensare al SEO come a un metodo segreto, uno schema get-rich-quick per truffare in qualche modo l’algoritmo di Google in modo che il sito possa avere un ranking più alto. Non potrebbe essere più lontano dalla verità.

Invece, le ottimizzazioni implementate nel SEO vengono eseguite principalmente in modo che il nostro sito web possa soddisfare meglio gli obiettivi di Google (e degli altri motori di ricerca), che secondo la dichiarazione di missione di Google è quello di fornire le informazioni più affidabili e rilevanti per i cercatori umani.

È anche un errore molto comune pensare che il SEO riguardi il piacere dell’algoritmo dei motori di ricerca. In realtà, SEO significa essere più rilevanti per il pubblico umano.

Se i tuoi contenuti e il tuo sito web sono ben ottimizzati per i lettori umani, avrai diritto a una classifica SERP più alta, e non il contrario. Questa è una mentalità molto importante da avere prima di iniziare con qualsiasi sforzo di SEO o di lavorare con un’agenzia SEO o un freelance.

Detto questo, ora possiamo essere sulla stessa lunghezza d’onda su cosa aspettarci da un servizio SEO.

Cosa fa un’azienda SEO?

Per ribadire, il SEO è una serie di ottimizzazioni implementate in modo che il nostro sito web possa soddisfare meglio le esigenze e le preferenze del nostro pubblico. In questo modo, Google e gli altri motori di ricerca possono percepire la nostra rilevanza per il nostro pubblico e salire più in alto.

Sulla base di questo, ecco i ruoli e le responsabilità di un’agenzia SEO:

1. Capire e/o sviluppare obiettivi SEO

Il primo, e probabilmente il ruolo più importante dell’azienda SEO è quello di aiutare il cliente nella definizione degli specifici obiettivi e/o traguardi SEO.

In alternativa, il cliente potrebbe già capire i propri obiettivi SEO, e quindi il compito dell’azienda SEO in questo caso è quello di comprendere accuratamente gli obiettivi del cliente e discutere possibili aggiustamenti/regolamenti in base ai suoi interessi.

È importante considerare, in questa fase, che il posizionamento sui motori di ricerca non è l’obiettivo finale del SEO. È solo un mezzo per raggiungere uno o più obiettivi finali:

  • Aumentare il traffico organico verso il proprio sito, uno degli obiettivi SEO più comuni, ma anche uno dei più importanti per qualsiasi azienda
  • Generare più lead, un passo avanti rispetto alla semplice generazione di traffico, convertendo questo traffico in prospettive qualificate
  • Miglioramento della presenza del marchio online, piuttosto autoesplicativo, aumentando la consapevolezza del cliente nei confronti del vostro marchio
  • Gestione della reputazione online, stabilire la credibilità del vostro marchio e la fiducia percepita per incoraggiare le transazioni future. Ciò include la garanzia che i vostri contenuti (positivi) siano superiori a quelli negativi.
  • Vendite ECommerce, incoraggiando le conversioni di vendita attraverso contenuti persuasivi
  • Naturalmente, questo non è un elenco esaustivo, e si possono perseguire altri obiettivi SEO in base alla missione complessiva della vostra azienda.

È importante definire correttamente obiettivi specifici, realistici e misurabili perché influiranno in modo significativo sul modo in cui voi (e l’azienda SEO) dovrete affrontare la strategia SEO:

  • Specifico: quanto più specifico è il tuo obiettivo SEO, tanto meglio potrai definire le parole chiave del tuo target e sviluppare il giusto contenuto in base all’intento del ricercatore (di questo parleremo più avanti)
  • Misurabile: dovremmo essere in grado di misurare le prestazioni dei servizi SEO nel perseguimento di questo obiettivo assegnando KPI e misurando le giuste metriche
  • Realistico: come dire, realizzabile. Se si tratta di un grande obiettivo, possiamo dividerlo in pietre miliari più piccole. Questo è utile per mantenere il morale della nostra squadra e per facilitare la misurazione delle prestazioni.

 

2.  Implementazione di un audit SEO

Audit SEO – o audit del sito web – è il processo di analisi dello stato attuale del sito web del cliente e delle sue prestazioni in relazione alle migliori pratiche SEO.

Poiché, ancora una volta, il SEO è essenzialmente una questione di ottimizzazione, la comprensione dello stato attuale del sito web è importante per determinare cosa ottimizzare quando si esegue la strategia SEO.

Mentre un audit SEO è un argomento molto ampio con molti elementi diversi del sito, sia tecnici che non tecnici, ecco le aree importanti su cui concentrarsi:

  • Questioni tecniche: che coprono vari elementi, dalla velocità di carico alla risposta mobile all’indicizzabilità del sito. Per un’immagine più chiara, consultate qui la nostra guida sulla lista di controllo SEO tecnica
  • Problemi di struttura del sito web: principalmente sulla indicizzabilità, come il budget di crawl, la mappa del sito XML, la struttura di collegamento interno, ecc.
    Stato dell’ottimizzazione on-page: struttura dei contenuti, densità delle parole chiave (sotto-ottimizzata o sovra-ottimizzata), meta-ottimizzazioni (titoli, tag di intestazione, descrizioni), ottimizzazioni delle immagini, ecc.
  • Problemi di esperienza dell’utente: mappatura del calore, test A/B, conduzione di sondaggi se necessario. L’idea è quella di mantenere gli utenti il più a lungo possibile nel vostro sito (massimizzando il tempo di permanenza).
  • Lacune nei contenuti: trovare le lacune nella vostra strategia di contenuto (contenuti obsoleti, contenuti non performanti, ecc.) e trovare anche opportunità di parole chiave.
  • Anche in questo caso, non si tratta di un elenco esaustivo. Quanto più esperto (e competente) è l’esperto SEO, tanto più profondo e ampio è l’audit SEO (e possibilmente, più veloce). I risultati dell’audit SEO saranno utilizzati per pianificare la strategia SEO.

3. Ricerca delle parole chiave

Probabilmente il ruolo più ovvio di un’agenzia SEO, e sicuramente uno dei più importanti.

Le parole chiave sono il cuore del SEO, e trovare la parola chiave giusta da indirizzare può rendere o distruggere i nostri risultati SEO.

L’idea principale è quella di identificare le parole chiave che vengono cercate/tipizzate dal vostro pubblico ideale (i vostri potenziali clienti), e ci sono tre principi principali da considerare:

  • La parola chiave deve essere rilevante per il vostro pubblico ideale, questo è identificato principalmente dal volume di ricerca mensile (quante volte la parola chiave viene cercata in un dato mese).
  • La parola chiave deve essere rilevante anche per la vostra attività. Ovviamente, ma spesso trascurata. Ad esempio, se si rivolge a persone tra i 20 e i 25 anni, allora “Ariana Grande” ha ovviamente un volume di ricerca enorme, ma potrebbe non essere rilevante per il vostro business.
  • In base al vostro budget (o a quello del vostro cliente), al tempo disponibile e agli obiettivi, tra gli altri fattori, la competizione per la parola chiave deve essere gestibile. Questo viene solitamente determinato tramite la metrica della difficoltà della parola chiave – o altre metriche simili – nel vostro rispettivo strumento di ricerca per parole chiave.
  • In questa fase, tipicamente l’azienda SEO utilizzerà l’aiuto di strumenti di ricerca per parole chiave e fornirà un elenco di possibili parole chiave da indirizzare, ordinate in base alla priorità e alla difficoltà della concorrenza.

Inoltre, in concomitanza con l’audit SEO di cui sopra, la società SEO valuterà l’attuale classifica delle parole chiave del cliente, nonché quella dei concorrenti. Ci potrebbero essere parole chiave per le quali il cliente è già in classifica, e avrà bisogno solo di una leggera spinta per ottenere quel prezioso posto al primo posto, quindi questa parola chiave potrebbe essere prioritaria.

Allo stesso modo, ci potrebbero essere parole chiave per le quali il concorrente o i concorrenti del cliente si stanno già classificando, ma il cliente non ha – o non ha lacune di parole chiave -. Queste parole chiave possono essere buone opportunità da perseguire.

4. Sviluppo della strategia di marketing dei contenuti

Una buona azienda SEO saprà che il SEO e il content marketing sono inseparabili: un buon contenuto ha bisogno del SEO per generare traffico organico, mentre non possiamo ottimizzare per le parole chiave senza contenuti rilevanti e ad alte prestazioni.

Detto questo, lo sviluppo di un adeguato piano di content marketing è anche uno dei ruoli principali dell’azienda SEO, che coinvolgerà attività come:

  • Individuare l’intento o gli intenti di ricerca del pubblico ideale per ogni parola chiave target.
  • Trovare idee di argomento secondo l’intento di ricerca. Ad esempio, se l’intento principale è l’informazione, allora un argomento educativo potrebbe generare più traffico.
  • Pianificare quando pubblicare il contenuto e in quale canale (o canali)
  • Pianificare come promuovere i vostri contenuti. Spesso trascurato, ma la promozione dei contenuti è importante tanto quanto il processo di sviluppo.
  • Anche in questo caso, l’obiettivo principale è quello di sviluppare contenuti che siano rilevanti e preziosi per il pubblico umano, non solo ottimizzati per l’algoritmo del motore di ricerca.

L’agenzia SEO svilupperà una strategia di lavoro per catturare e guidare i potenziali lead al vostro sito quando sono (proattivamente) alla ricerca di informazioni, tendenze, best practice, o qualsiasi ricerca rilevante per la nicchia.

5. Ottimizzazione in loco

Come già detto in precedenza, il SEO è semplicemente una serie di ottimizzazioni implementate su un sito web e può essere diviso in due categorie: le ottimizzazioni off-site (cioè qualsiasi ottimizzazione eseguita al di fuori del vostro sito web, principalmente per ottenere più backlink), e le ottimizzazioni on-site – in sostanza l’ottimizzazione di tutto ciò che si trova sul vostro sito web.

In questa sezione si parla principalmente di ottimizzazioni in loco, mentre nella prossima sezione si parlerà di ottimizzazione off-site.

Le ottimizzazioni on-page possono essere ulteriormente suddivise in due sottogruppi:

  • Non tecniche: principalmente sull’ottimizzazione dei contenuti ac.1 secondo le migliori pratiche di ottimizzazione dei contenuti. È importante notare che oggi, nel 2020, l’ottimizzazione dei contenuti è molto più di una semplice ottimizzazione per le parole chiave di destinazione, ma coinvolge anche cose come il miglioramento della leggibilità, del layout e della struttura (ottimizzazione dell’esperienza utente).
  • Tecnico: Ottimizzazione di vari fattori tecnici del vostro sito. Anche in questo caso, potreste voler dare un’occhiata alla nostra checklist tecnica SEO qui per avere un quadro migliore. Tuttavia, qui ci sono alcune aree importanti su cui concentrarsi:
  • La velocità di caricamento del vostro sito. I risultati della ricerca hanno suggerito che più della metà dei visitatori faranno rimbalzare il sito quasi immediatamente quando la pagina si carica per più di 3 secondi.
    la facilità d’uso (o la risposta mobile) del vostro sito. Un importante fattore di ranking oggi.
  • Se il vostro sito è stato sottoposto a scansione e indicizzato correttamente.
  • Ottimizzate i media e tutti gli elementi del vostro contenuto (video, audio, barra dei menu, ecc.).
    Testate tutto regolarmente, eseguendo un test A/B e testate le prestazioni del sito web sul maggior numero possibile di dispositivi.
  • Il SEO sul sito deve essere eseguito in modo continuo, mentre il sito web si arrampica gradualmente sulla SERP fino a quando non appare finalmente sulla prima pagina – e preferibilmente nella top 5 o nella top 3-.

6. Ottimizzazione off-site e e Link Building

Come detto, il SEO off-site è qualsiasi tipo di ottimizzazione che viene effettuata al di fuori del sito web stesso.

In generale, l’obiettivo del SEO off-site è quello di migliorare la percezione della rilevanza e della qualità del sito da parte dei motori di ricerca e del pubblico, e oggi questo obiettivo può essere raggiunto in diversi modi:

  • Essere menzionati sui social media, sia in quantità (molte persone che parlano del marchio) che in quantità (gli influencer rilevanti che menzionano il marchio).
  • Ottenere buone recensioni su piattaforme di recensione rilevanti (Google Maps, TripAdvisor, ecc.), specialmente per le aziende locali
  • Ottenere link soprattutto da siti affidabili e affidabili – link di ritorno o link in entrata -.
  • Ottenere i nostri contenuti condivisi sui social media
  • Hai capito il succo.

Il più importante di tutti, però, è il backlinks. Pensate ai backlink come ai voti di fiducia di Internet. Quando un sito collega i vostri contenuti, dicono che siete un sito affidabile e degno di fiducia per il loro pubblico – e questo sarà notato dai motori di ricerca -.

D’altra parte, è importante capire che oggi la qualità dei backlink è più importante della quantità. Infatti, ottenere troppi backlink di bassa qualità in un dato periodo di tempo può essere penalizzato da Google.

Quindi, in genere è sufficiente ottenere da 2 a 3 backlink di alta qualità ogni mese, ma può essere più facile a dirsi che a farsi.

L’obiettivo dei servizi SEO dovrebbe essere quello di ottenere questi link contestuali rilevanti su siti autorevoli del vostro settore / nicchia.

7. Ulteriori ottimizzazioni: Tassi di conversione, ottimizzazioni della Landing Page

Come discusso all’inizio di questo articolo, il servizio SEO non termina con un semplice posizionamento nella prima pagina della SERP, ma alla fine deve contribuire a generare ricavi attraverso le conversioni.

L’azienda SEO deve anche lavorare al monitoraggio e al miglioramento dei tassi di conversione del sito web ottimizzando le landing page, mantenendo una presenza positiva del marchio e della reputazione online, e così via.

Diversi test (test A/B, sondaggi, interviste, ecc.) potrebbero essere condotti per migliorare le prestazioni complessive del sito, e anche per migliorare l’ottimizzazione dei contenuti per quanto riguarda l’esperienza dell’utente.

Considerazioni finali: Monitoraggio e valutazione

Poiché il SEO non è un processo a breve termine, e dovremo investire da 6 a 12 mesi – al minimo – prima di poter vedere risultati significativi, il monitoraggio e la valutazione coerente delle prestazioni della campagna SEO è molto importante.

Non si tratta solo di monitorare il posizionamento del sito web per le parole chiave di destinazione, ma anche molte metriche diverse e l’analisi del profilo dei backlink. A seconda delle prestazioni del sito e dell’approccio dei concorrenti, potrebbero essere necessari aggiustamenti degli approcci di ottimizzazione e persino dell’intera strategia.

In questo caso è molto importante avere i giusti servizi SEO per le aziende IT, Tech, SaaS, software e startup per aiutarvi, in modo da avere il partner giusto per comprendere tutte le metriche e i dati di input complicati.


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: