Raspberry Pi Plex Server

Condividi questo articolo:


Se avete un backup dei vostri supporti digitali, è bello avere un modo conveniente per riprodurli. Gestire un media server dedicato è il modo consueto per farlo, ma un computer che è sempre in funzione può essere piuttosto costoso in termini di utilizzo elettrico. Fortunatamente il Raspberry Pi 3 è abbastanza potente da far funzionare il popolare software media server, Plex, e con un disco rigido esterno, abbiamo un sacco di spazio per la nostra biblioteca.

Passo 1: Installare e impostare Raspbian

Sarà un progetto piuttosto pesante, ma se non avete mai costruito niente con Raspberry Pi, questo è un ottimo punto di partenza. La prima cosa che dobbiamo fare è creare un’immagine di avvio per il nostro Pi. Una scheda microSD da 8gb è un sacco di spazio per questa costruzione. Mi piace molto lo strumento PiBakery per fare questo. Permette di creare un’immagine preconfigurata per la vostra rete wifi, che è perfetta per le configurazioni senza testa dove non dovete preoccuparvi di una tastiera o di un mouse.

Per impostare la vostra immagine, prendete il blocco “al primo avvio”, aggiungete il blocco di setup wifi e digitate le vostre credenziali, poi dalla scheda settings, aggiungete anche il blocco per “Add public SSH key”, così saremo in grado di connetterci al nostro pi in remoto. Scrivete l’immagine raspian completa sulla nostra scheda SD. Quando ha finito di scrivere, inseriscila nel pi greco e accendila.

Una volta che il pi si avvia e si connette alla vostra rete, dovrete trovare il suo indirizzo IP. Questo è abbastanza facile utilizzando l’applicazione mobile chiamata “Fing” È disponibile gratuitamente su iOS e Android. Se non vedete il pi, riavviatelo – a volte richiede qualche stivale per potersi connettere completamente.

Una volta che si dispone dell’IP, è possibile connettersi ad esso utilizzando un protocollo chiamato SSH. C’è un client integrato in MacOS, e gli utenti Windows possono usare un software gratuito chiamato PuTTY. Quando ti viene richiesto di effettuare il login, usa il nome utente e la password di default di

nome utente: pi
password: raspberry

Una volta collegati e loggati, fare un po’ di configurazione usando raspi-config. Date al vostro pi greco un nome univoco e cambiate la vostra password di amministratore predefinita – è un passo super facile che renderà il vostro pi greco più difficile da penetrare per gli altri. Poi, cambiate il vostro comportamento di avvio in modo da caricare solo la console e non l’interfaccia grafica.

Una volta terminato lo strumento di configurazione, aggiorneremo il pi greco all’ultima versione utilizzando questi due comandi.

sudo apt-get update sudo apt-get upgrade

Quest’ultimo richiederà probabilmente un po’ di tempo, quindi se non avete ancora preso il caffè, ora è un ottimo momento per prenderne un po’.

Passo 2: installare il software

Con questo fuori mano, dobbiamo assicurarci che il pacchetto HTTPS Transport sia installato – Questo comando si occuperà di questo per voi.

sudo apt-get install apt-transport-https

Poi dobbiamo aggiungere il repository dev2day, che contiene plex – e poi configurarlo con alcuni comandi – e poi dobbiamo aggiornare nuovamente il pi greco per riflettere questi cambiamenti.

wget -O – https://dev2day.de/pms/dev2day-pms.gpg.key | sudo apt-key add –

echo “deb https://dev2day.de/pms/ jessie main” | sudo tee /etc/apt/sources.list.d/pms.list

sudo apt-get update

Infine, siamo pronti per l’installazione di plex – ci vorranno solo pochi minuti.

sudo apt-get install -t jessie plexmediaserver

Poi è necessario modificare il file di configurazione in modo che plex funzioni come utente pi di default.

sudo nano /etc/default/plexmediaserver.prev

Cercate la voce 'PLEX MEDIA_SERVER_USER' e cambiatela da utente 'plex' a utente 'pi'. Fatto questo, riavviare il server plex.

Riavvio

Fase 3: Impostare il server plex

Ok, ora inizieremo a costruire la vostra biblioteca. Potete iniziare con qualsiasi disco rigido di grandi dimensioni collegato al vostro computer principale, dato che questo è un posto più facile per iniziare a gestire i vostri file. Plex può gestire librerie per film, spettacoli televisivi, musica e foto – ed è meglio tenere queste librerie come cartelle root separate sul vostro disco.

Plex ha alcuni consigli per i nomi dei file delle serie TV per aiutarla a organizzarli in cartelle per ogni stagione. Con tutto pronto, scollegate il vostro disco, mettetelo nel vostro contenitore e collegatelo al pi greco via USB. Se si intende utilizzare un disco da 2,5″ alimentato via USB, sarà necessario collegarlo attraverso un hub alimentato, in modo che abbia abbastanza potenza per funzionare correttamente.

Linux non carica automaticamente qualsiasi unità che si collega ad esso, è necessario farlo manualmente. Con il disco collegato, digitare il seguente comando

sudo ls /dev/sd*

Elencherà tutti i dispositivi di azionamento che avete collegato al vostro pi greco, così come ciascuna delle loro partizioni. È possibile che la partizione che si desidera si trovi in /dev/sda1. Fate un punto di mount per essa digitando

sudo mkdir /media/biblioteca
e poi montarlo con il seguente comando.

sudo mount /dev/sda1 /media/libreria

Date un’occhiata in giro, e vedete se il vostro contenuto è lì. Se c’è, impostatelo per il montaggio all’avvio modificando il file rc.local.

sudo nano /etc/rc.local

È necessario fornire il percorso completo per tutto qui, compreso il comando di montaggio – dovrebbe avere questo aspetto.

/bin/montare /dev/sda1 /media/library

Una volta salvato il file, riavviate il pi greco e assicuratevi che tutto sia montato correttamente.

Passo 4: Impostare la libreria Plex

L’ultima cosa da fare è impostare plex. Da un browser web, digitate l’indirizzo ip del vostro pi seguito da :32400/web – dovrete creare un account con il servizio se non ne avete già uno, e poi esso collegherà il vostro plex server al servizio.

Poi dovrete aggiungere alcune librerie – basta aggiungere il tipo di libreria che volete creare, puntarlo sulla cartella corretta sul vostro disco, confermare tutto, e inizierà a popolare la libreria con tutti i metedata appropriati intorno al titolo. Questo processo può richiedere un po’ di tempo, specialmente con librerie televisive estese, quindi assicuratevi di dargli qualche ora.

Quando si desidera aggiungere contenuti alla propria libreria, è sempre possibile avviare tutto e collegare l’unità al computer come in precedenza, oppure si può caricare direttamente su FTP sicuro. Filezilla è un’ottima applicazione per questo. Quando plex vede nuovi file nella directory, dovrebbe automaticamente eseguire la scansione dei metadati e aggiungerli alla vostra libreria. In qualsiasi momento vogliate accedere alla vostra biblioteca in futuro, basta sfogliare il sito http://plex.tv da qualsiasi browser web. La maggior parte delle smart TV e dei set top box dovrebbe avere a disposizione un’applicazione plex, e c’è anche un’ottima applicazione mobile. Buon streaming!

SCARICA LA GUIDA UFFICIALE A RASPBERRY PI CON OLTRE 200 PROGETTI


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: