OwnCloud e RaspberryPi: come installare il tuo Cloud Storage personale

Condividi questo articolo:


Creazione di un server cloud Raspberry Pi con owncloud

Sta diventando sempre più popolare l’uso dell’archiviazione online con fornitori di cloud personali come Dropbox, Google Drive o Amazon Drive. Con questi servizi, gli utenti possono archiviare i loro file in un cloud. A questo si può accedere in qualsiasi momento, utilizzando solo un computer o un dispositivo mobile con accesso a Internet.

Tuttavia, non è raro che gli utenti si preoccupino dell’affidabilità del loro provider di cloud hosting. Una critica comune è che i clienti non sanno chi altro ha accesso ai dati salvati e se i file vengono realmente rimossi dal server quando vengono cancellati. Questo è particolarmente importante quando si tratta di memorizzare dati sensibili. Se si vuole avere il pieno controllo dei propri dati, tuttavia, è possibile creare e gestire un proprio cloud personale.

ownCloud è un software sviluppato per questo scopo, ben collaudato, gratuito e facile da usare. Il mini-computer economico, Raspberry Pi, funge da host particolarmente efficace per owncloud. Questo tutorial rivela tutto ciò che è necessario fare per creare una nuvola di Raspberry Pi.

Cos’è il Cloud Storage?

OwnCloud impostato su Raspberry Pi può essere un buon esempio di cloud storage intelligente. Il cloud storage è un modello di cloud computing in cui i dati sono memorizzati su server remoti e gestiti da un fornitore di servizi di cloud storage. Questo permette agli utenti di personalizzare i propri dati e di condividerli con amici e partner commerciali su Internet.

OwnCloud come server di cloud storage è una grande opportunità, soprattutto per chi desidera utilizzare OwnCloud su Raspberry Pi (o qualsiasi altro dispositivo ARM).

Questa applicazione è un software gratuito e open-source per l’archiviazione dei dati su un server separato. È anche possibile utilizzare una versione desktop che include l’installazione del client OwnCloud sull’hardware, ma per RPi la versione server è molto più produttiva. Questi server si trovano nelle reti aziendali, su internet o a casa. Utilizza script PHP per accedere a un database SQLite, MySQL o PostgreSQL installato sul server e funziona su sistemi operativi Windows e Linux. Gli utenti possono gestire facilmente il proprio server cloud tramite l’interfaccia web per memorizzare, condividere e sincronizzare i propri dati.

Al momento della stesura di questo articolo, la versione attuale di OwnCloud è la 10.0.2, rilasciata il 30 maggio 2017. L’ultima versione precedente era OwnCloud 9.

Perché usare OwnCloud su Raspbian

Il Raspberry Pi (in breve raspi, rpi o semplicemente PI) è un piccolo ma potente mini-computer. È leggermente più grande di una carta di credito e costa meno di 40 dollari. Il Raspberry Pi può connettersi a una rete cablata e dispone di quattro porte USB per diversi dispositivi esterni come tastiera e mouse o dispositivi di archiviazione esterni.

Il sistema operativo consigliato è il Raspbian. Raspbian è un sistema operativo libero e open-source basato su Debian. È ottimizzato per l’hardware Raspberry Pi 2 e Raspberry Pi 3.

Grazie al suo piccolo design, il Raspberry Pi consuma solo una piccolissima quantità di energia e risparmia denaro aggiuntivo.

Questi punti, computer piccoli, economici, a risparmio energetico ma potenti, rendono il Raspberry Pi un dispositivo ideale per gestire il proprio cloud storage con OwnCloud.

Installare OwnCloud su RaspberryPi

In questo articolo si assume che il sistema operativo Raspbian sia già installato e funzionante sul Raspberry Pi. Collegate il vostro Raspberry Pi alla rete tramite una connessione cablata o via WLAN e aprite un terminale.

Aggiornare il sistema operativo Raspbian

Per aggiornare il sistema operativo eseguire i seguenti comandi.

Se il Raspbian è aggiornato, possiamo iniziare ad installare le applicazioni.

Installare il webserver e i pacchetti PHP

$ sudo apt-get install apache2 php5 php5-gd php-xml-parser php5-intl
$ sudo apt-get install php5-sqlite php5-mysql smbclient curl libcurl3 php5-curl

Aggiungi gli utenti www-data a www-data group

$ sudo usermod -a -G www-data www-data

Ora il server web è pronto e funzionante.

Aprite il vostro browser e inserite l’indirizzo ip del vostro Raspberry Pi. Dovreste vedere la pagina iniziale di Apache2.

Scarica e installa l’ultima immagine di OwnCloud

Visitate la pagina di installazione di OwnCloud

https://ownCloud.org/install/#edition.

Sul lato destro “Download OwnCloud server” selezionare il link per il download e copiare l’indirizzo del file .tar.bz2 per installare OwnCloud sul vostro Pi.

Torna sul terminale, scarica il file immagine OwnCloud con il comando wget:

NOTA: il link può essere modificato, quindi è meglio che lo controlliate voi stessi online o semplicemente scaricate l’archivio dal sito web direttamente sul vostro Raspbian tramite il browser Chromium.

Una volta terminato il download, scompattate il file nella directory di destinazione del vostro server web.

$ sudo tar xfj /home/pi/ownCloud-10.0.2.tar.bz2

Ora, assicuratevi che Apache possieda tutti i file che avete appena aggiunto.

$ sudo chown -R www-data:www-data /var/www/html

Infine, riavviare il webserver

$ sudo service apache2 restart

Prova la pagina web del cloud

Ora prova la tua installazione, visitando l’URL del tuo Raspberry Pi. http://[Il tuo indirizzo IP]/owncloud. Dovreste essere accolti con una procedura guidata di installazione come questa

Configurare OwnCloud sul vostro Raspberry Pi

Per prima cosa bisogna definire un nome utente e una password per l’account di amministrazione. Inserite un nome utente e una password a vostra scelta nei campi del modulo.

Nella fase successiva potete configurare il vostro sistema di banca dati. Potete scegliere tra SQLite3 e il sistema di database MYSQL/MariaDB.

Cliccate su “Storage & database” e si aprirà un nuovo campo del modulo.

Di default, l’SQLite è selezionato nel campo “Configura il database”. Nel campo “Cartella dati” si può inserire il percorso in cui SQLite deve salvare i file di dati. Questo è “/var/wwwww/html/ownCloud/data” per default.

Selezionate nuovamente il database SQLite e terminate la procedura di setup con un clic sul pulsante “Finish setup”. Se tutto va bene, verrete inoltrati alla pagina di login.

Parlando di un’altra opzione per i database SQL, è disponibile anche MySQL a vostra scelta. La differenza generale tra i due è nel numero di utenti con cui gestirete il vostro cloud storage.

Se la vostra distribuzione non supererà probabilmente i 15-20 utenti, quindi SQLite è altamente raccomandato in quanto è molto più facile da usare. Tutto ciò che va oltre questo numero richiederà un sistema di database molto più potente, come MySQL.

Principalmente, tutti noi usiamo il cloud storage per obiettivi personali, quindi questo tutorial si basa sull’opzione SQLite. Tuttavia, l’utilizzo di MySQL non modifica troppo il processo di installazione.

Terminare l’installazione di OwnCloud su Raspberry PI

Ora inserite il vostro nuovo nome utente e la password che avete creato in precedenza e siete collegati all’area amministrativa del vostro OwnCloud Server.

Da qui è possibile copiare e incollare file, creare directory, creare utenti e preparare i file e le directory per la condivisione con amici o partner commerciali.

Per informazioni dettagliate su tutte le funzioni di OwnCloud, consultate il OwnCloud UserManual.pdf che si trova già nella vostra directory principale.

Alternative a OwnCloud

Nimbus cloud

Nimbus cloud all’interno del progetto Nimbus (https://www.nimbusproject.org/) è un software open-source per server di archiviazione cloud progettato per essere eseguito su un disco rigido esterno e su dispositivi Raspberry Pi. Nimbus è un software di file sharing personale semplice, economico e facile da usare per memorizzare, condividere e trasmettere i vostri file ovunque. Inoltre, si è evoluto in un sistema più complicato ed è ora un insieme di strumenti professionali per combinare diversi cloud Nimbus, OpenStack, Amazon e altri.

Nextcloud

Nextcloud (https://nextcloud.com) è un altro server di cloud storage open-source molto simile a OwnCloud. Si tratta di un fork di OwnCloud attivamente mantenuto. Rispetto a OwnCloud, Nextcloud sta introducendo nuove funzionalità come le capacità di monitoraggio, la ricerca full-text e l’autenticazione con Kerberos.

 

Scarica risorse utili per Raspberry PI


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: