Oracle Linux: download e funzionamento

Condividi questo articolo:

Recensione e download di Oracle Linux, un sistema operativo open-source che aiuta le aziende a semplificare lo sviluppo delle applicazioni e le operazioni di virtualizzazione delle applicazioni basate sul cloud. L’applicazione consente ai team IT di applicare patch di sicurezza a un kernel in esecuzione tramite Oracle Ksplice, eliminando i riavvii o i tempi di inattività del sistema. Consente agli amministratori di gestire le operazioni di gestione della sicurezza per varie implementazioni ibride e multi-cloud.

Oracle Linux permette agli impiegati di distribuire gli aggiornamenti di sistema e ottimizzare le infrastrutture IT attraverso un portale unificato. Inoltre, consente agli utenti di catturare informazioni sui fornitori di software indipendenti (ISV) attraverso la ricerca nei cataloghi online e analizzare il comportamento del sistema operativo. Oracle Linux aiuta i dipendenti a tenere traccia dei rilasci del kernel Linux, gestire i processi di crittografia dei dati e ridurre il costo totale di proprietà (TCO). Oracle Linux è disponibile per gli utenti gratuitamente e il supporto è esteso via telefono, e-mail, documentazione e altre misure online. Leggi anche: Linux Mint Vs Ubuntu : qual’è la distribuzione migliore

È fondamentalmente CentOS e ora che CentOS sta per essere interrotto da RedHat sembra una valida alternativa. Lo usiamo per eseguire database Oracle e prodotti correlati al momento, ma nei prossimi mesi potrebbe iniziare ad essere usato come sostituto di CentOS in altre aree della nostra infrastruttura.

Download Oracle Linux

https://yum.oracle.com/oracle-linux-isos.html

Red Hat Linux pre-personalizzato per eseguire Oracle

Usiamo Oracle quando è parte delle specifiche di un fornitore per la loro applicazione, quindi non lo usiamo tanto quanto il normale Red Hat Linux, anche se funziona più o meno esattamente allo stesso modo per la gestione, gli aggiornamenti, ecc.

Vantaggi di Oracle Linux

È gratuito da usare e scaricare (si deve pagare per il supporto, naturalmente). E’ fondamentalmente Red Hat enterprise Linux, e gli aggiornamenti sono disponibili non appena vengono rilasciati i normali aggiornamenti di Red Hat. Il supporto costa meno di Red Hat. Viene in qualche modo preconfigurato per eseguire Oracle (ad esempio utenti/gruppi, impostazioni del kernel, ecc.), quindi è buono da avere per un server di database Oracle. Una piccola cosa che mi piace particolarmente è che viene preconfigurato per gli aggiornamenti, così non dovete indovinare e modificare le impostazioni di yum.

Inconvenienti di Oracle

Onestamente non riesco a pensare a nulla di brutto da dire su di esso. Certo, è più complicato di Windows, ma si sa che entrando in esso, e la stabilità, le prestazioni e l’efficienza che si ottiene in cambio più che compensa.

Condividi questo articolo:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*