Le 5 fasi del ciclo di lancio della versione Beta

Condividi questo articolo:

Il lancio di una beta è una fase incredibilmente importante del processo di rilascio del software. Segna la prima volta che gli utenti esterni saranno esposti a un nuovo prodotto software ed è una grande opportunità per le aziende di raccogliere un prezioso feedback.

Lo sviluppo del software può essere un processo lungo e impegnativo, e aiuta a dividere quel processo in diverse fasi. Il lancio della beta, o beta testing, è una delle fasi più significative del ciclo di vita del rilascio del software. Ma come funziona il beta testing e quali passi bisogna seguire per un lancio beta di successo? Questa guida coprirà tutto ciò che c’è da sapere sull’argomento.

Cos’è un lancio beta?

Il beta testing è una delle fasi finali del ciclo di vita del rilascio del software, in genere viene subito dopo la fase di rilascio alfa. Un lancio beta può anche essere indicato come test dell’utente, test del cliente o convalida dell’utente.

Lo scopo di un lancio beta è quello di costruire la fiducia nel programma che state creando e identificare i problemi, come bug e glitch, che dovranno essere risolti prima del lancio vero e proprio.

Un team di sviluppo software di fiducia testerà ampiamente un programma o un’applicazione durante un lancio beta per cercare bug ed errori.

Inoltre, un altro scopo del processo è quello di scoprire se il prodotto in questione è pronto a soddisfare le esigenze degli utenti e a soddisfare il pubblico target. Il feedback di solito viene raccolto dagli utenti e poi analizzato e utilizzato per apportare i miglioramenti necessari.

5 passi per un lancio beta di successo

È importante notare che il processo di beta testing può variare significativamente da un’azienda all’altra.

Saranno necessari approcci diversi a seconda di vari fattori, come il prodotto, il pubblico, le dimensioni e la natura dell’azienda, e così via.

È, quindi, fondamentale adattare e regolare la propria strategia di conseguenza per soddisfare la situazione specifica e le esigenze della vostra azienda. Detto questo, ecco alcuni dei passi generali che potete seguire per assicurarvi che il vostro lancio beta vada bene e fornisca risultati ideali:

  • Stabilire un obiettivo
  • Pianificare l’approccio
  • Identificare i tester
  • Raccogliere il feedback
  • Implementare il feedback

Non c’è una formula fissa o un metodo singolare da seguire per il lancio di una beta, ma questi passi dovrebbero far girare la palla.

Hai bisogno di aiuto per iniziare? Considera l’assunzione di un top team di sviluppo software su The Manifest.

Passo 1. Stabilire un obiettivo

La prima cosa da fare quando ci si prepara per il lancio di una beta è fissare il proprio obiettivo. Non ha senso immergersi semplicemente senza una chiara serie di scopi e obiettivi. Devi avere un obiettivo in mente, quindi chiediti “Cosa stiamo cercando di imparare?”.

Siete concentrati sull’assicurarvi che la vostra app sia stabile e affidabile, con il minor numero possibile di bug? Oppure siete sicuri della stabilità del vostro programma fino ad ora e volete dare la priorità all’esperienza dell’utente?

Gli obiettivi che identificherete vi aiuteranno quando si tratterà di effettuare effettivamente il lancio della vostra beta e di raccogliere il feedback dei vostri tester. Considerate la possibilità di organizzare una sessione strategica con i principali stakeholder per definire le aspettative e identificare i metodi corretti per raggiungere i vostri obiettivi.

Passo 2. Creare un piano

Una volta che avete un obiettivo, o più obiettivi, in mente per il vostro lancio beta, è il momento di iniziare a pianificarlo.

I lanci e i test beta non sono facili, e ci sono molte cose che possono andare storte lungo la strada. Potreste incontrare una mancanza di interesse e bassi tassi di partecipazione, per esempio, o un feedback che non è utile per voi o rilevante per i vostri obiettivi.

Spesso, una mancanza di pianificazione è da biasimare quando questo tipo di problemi si presentano. Quindi è vitale pianificare con cura e diligenza, prendendosi il tempo per pensare ad ogni eventualità e guardare il lancio della beta da tutte le angolazioni.

Per pianificare il lancio della tua beta, mantieni l’attenzione sui tuoi obiettivi, coinvolgi gli stakeholder e gli attori chiave nel processo di pianificazione, stabilisci un lasso di tempo ragionevole ed elenca le varie attività e azioni che devono essere intraprese per garantire che si svolga senza problemi.

Passo 3. Identificare i tuoi tester

Nessun lancio beta può essere completo senza tester per mettere alla prova la tua beta e vedere cosa ne pensano e come funziona il tutto. Quindi, il passo successivo è quello di identificare i tuoi tester e portarli a bordo.

Aziende diverse possono avere approcci diversi qui. Alcune iniziano molto piccole con il lancio della beta, portando meno di 50 tester e mirando a specifiche demografie e requisiti tecnici.

Altre possono essere più ampie, con un pubblico di tester più grande e una gamma più completa di tester. Spesso, la migliore linea d’azione è quella di iniziare in piccolo e scalare nel tempo una volta che il prodotto si è dimostrato stabile. È anche una buona idea cercare di portare un pubblico di tester rilevante per il tuo prodotto.

Diciamo che stai testando un’app per un’attività di rideshare in una grande città, per esempio. Vorrai identificare i tester che vivono in quella città e nei suoi dintorni, passano molto tempo in giro, si affidano al trasporto pubblico e hanno uno smartphone.

Passo 4. Raccogliere i feedback

Una volta che i tuoi tester sono stati identificati e la fase di test è iniziata, dovrai iniziare a raccogliere i feedback dei tuoi tester.

Questo è, dopo tutto, lo scopo principale di ogni lancio beta, e il feedback è il carburante di cui avete bisogno per conoscere il vostro prodotto e trovare modi per migliorarlo. Quindi, assicuratevi di aver impostato un sistema di feedback intelligente per ottenere recensioni e opinioni degli utenti.

È anche una buona idea definire le aspettative per il feedback ai vostri tester quando si iscrivono, riconoscerli e ringraziarli per i loro contributi per motivarli, e non sovraccaricarli con troppe richieste di feedback. I moduli di feedback e le scorecard sono metodi semplici e popolari che potete usare.

Passo 5. Usare i feedback raccolti

Il passo finale del processo è quello di mettere a frutto il feedback che avete raccolto.

Questo è il momento in cui un lancio beta può dare i suoi frutti, e potete iniziare a vedere i risultati dei vostri sforzi. Avrete bisogno di analizzare e valutare i dati di feedback che avete raccolto, valutarli con i vostri team di sviluppo e le parti interessate, e poi implementare azioni per adattare e migliorare l’applicazione di conseguenza.

Durante questa fase, è essenziale prendere tempo e avere un approccio ampio. Vorrete concentrarvi sul risolvere prima i problemi più urgenti e più menzionati, ma assicuratevi di guardare tutti i feedback per identificare i problemi che potrebbero non essere così critici, ma potrebbero comunque influenzare l’usabilità del vostro programma.

Segui il mio piano per lanciare la versione beta della tua app o del tuo software con successo

Il test beta può essere molto vantaggioso, ma bisogna farlo bene. Arrivare a metà strada senza un piano adeguato o obiettivi chiari può essere una ricetta per il disastro.

Pertanto, assicurati di seguire questi passi per stabilire i tuoi obiettivi e la tua strategia prima di iniziare. In questo modo, sarete in grado di portare utenti adeguati e sfruttare al meglio ogni pezzo di feedback che raccoglierete.

Condividi questo articolo:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*