Installare Android su RaspberryPi

Condividi questo articolo:


Questo articolo spiegherà come installare e configurare Android 7.1.1 (con il Play Store) sul vostro RaspberryPi (the Android image e sh script)

Soprattutto, è importante sottolineare che si tratta solo di una configurazione sperimentale. Nessuna versione di Android è ufficialmente compatibile con il pi lampone e quindi la versione che installeremo non è ottimizzata per la nostra cara scheda madre. È quindi difficile oggi utilizzare Android su base giornaliera sul RaspberryPi anche se l’installazione che presenteremo gira relativamente bene.

Prerequisiti per installare Android

Dopo questa breve introduzione, facciamo un bilancio di tutto ciò di cui abbiamo bisogno per completare questa installazione.

  • Naturalmente, è necessario una RaspberryPi
  • Un alimentatore
  • Una scheda SD di almeno 16GB ed è importante che abbia una buona velocità di lettura / scrittura.
  • Avrete anche bisogno di uno schermo e di un cavo HDMI per visualizzare la bella interfaccia Android. È anche possibile utilizzare il touch screen ufficiale della fondazione che non richiede l’uso di un cavo HDMI.
  • Poi sarà necessario scaricare l’immagine Android e lo sh script che installerà il Play Store.

ATTENZIONE, per l’ultima parte del tutorial, per poter eseguire lo sh script dovrete utilizzare una macchina con unix OS (Linux o Mac OS). Se non ne avete uno, potete usare una macchina virtuale. Qui indichiamo i comandi per una distro come Debian (come Ubuntu, Linux Mint, Elementary Os, e molti altri).

Installazione di Android sulla scheda SD

Una volta scaricata, l’installazione dell’immagine Android sulla scheda SD è molto semplice, è la stessa manipolazione che si fa per creare una scheda SD su raspbian. Si può tornare agli articoli che abbiamo scritto a riguardo per Windows o Linux. Tuttavia in questo tutorial, utilizzerò un software rilasciato dopo la scrittura di questi articoli che è molto facile da usare e soprattutto compatibile per tutti i sistemi operativi, è Etcher .

 

Basta selezionare il file .img di Android che si è estratto dall’archivio zip scaricato nell’introduzione, Etcher rileva automaticamente la scheda SD su cui installare il sistema operativo ma è possibile cambiarla. Infine cliccare su Flash per avviare la creazione della scheda SD. Possono essere necessari lunghi minuti.

Al termine, inserire la scheda SD nel pi pi lampone collegato ad uno schermo. Eccovi ora con un funzionale Android. Tuttavia, come potete vedere, questo non ha un Play Store.

Installazione del Play Store

Per installare il Play Store, è necessario prima collegarsi a Internet (wi-fi o Ethernet). Per farlo, tirare il pannello delle opzioni cliccando sulla parte superiore dello schermo e tirare verso il basso, proprio come lo smarpthone.

Una volta fatto, avremo bisogno dell’indirizzo IP della Raspberry PI per recuperarlo, bisogna andare ai parametri, scendere in fondo ai vari parametri e andare su “About tablet” e poi su “Status”. ora possiamo vedere il nostro indirizzo IP (198.168.xx).

Ora che abbiamo recuperato questo indirizzo, saremo in grado di tornare al nostro computer unix come indicato nell’introduzione, lasciando il pi lampone in esecuzione Android. Ricordo a coloro che sono su Windows che possono usare una macchina virtuale per eseguire questi passaggi.

Aprite il file gapps.sh scaricato nell’introduzione. Troverete le seguenti righe

SHOW_HELP = false 
ADB_ADDRESS = "192.168.10.173" 
ARCHITECTURE = "arm" 
PACKAGE_NAME = "pico" 
INIT_FILE = "/etc/init.d/gapps"

È necessario sostituire l’indirizzo IP (ADB_ADDRESS) con quello del vostro pi greco lampone. Inoltre, se gli altri campi sono vuoti, compilateli come sopra.

Dopodiché, in un terminale, eseguire il comando

sudo apt install android-tools-adb

Questo comando vi permetterà di connettervi al vostro pi greco sotto androide dal vostro PC. Poi installare “LZip”.

sudo apt install lzip

Dopo questi ordini, saremo in grado di connetterci al nostro RaspberryPi

adb connect IP_RASPBERRY_PI

E infine, eseguire lo script per installare il Play Store. Passare attraverso il terminale nella cartella dove si trova lo script gapps.sh, rendere l’eseguibile ed eseguirlo.

sudo chmod u+x ./gapps.sh 
sudo ./gapps.sh


Attenzione, lo script è molto luuuuuuuungoooooooo… Una volta finito, la Rspberry Pi si riavvierà. Vi ritroverete con un bell’Android con il Play Store. Tuttavia, alcune applicazioni avranno problemi a scaricarle. Inoltre, come detto nell’introduzione, si tratta di un setup sperimentale e la GPU non è molto ben supportata. È quindi probabile che Android stia subendo dei rallentamenti. Se si desidera una scheda in grado di far funzionare bene Android, si consiglia di utilizzare Odroid. Non l’abbiamo testato, ma i risultati sono buoni.


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: