I 7 Browser open source più sicuri per navigare in maniera anonima, sicura e privata

Condividi questo articolo:


La raccolta e il tracciamento dei dati sono diventati un’epidemia digitale nell’ultimo decennio, poiché le informazioni degli utenti sono diventate la merce più grande del mondo. I browser mainstream sono tra i peggiori trasgressori di questa situazione. In particolare, Google Chrome, Microsoft Edge e Safari utilizzano tutti i cookie per tracciare i siti web visitati e tenere traccia della cronologia della navigazione, il tutto per spedire pubblicità mirate.

Se siete preoccupati per la vostra privacy, vorrete evitare questi browser e iniziare a utilizzare alternative dedicate alla protezione delle vostre informazioni. Fortunatamente, tutti i nostri suggerimenti evitano il tracciamento significativo e implementano una protezione integrata per combattere il tracciamento invasivo dei siti web.

I migliori browser privati e sicuri: Analisi approfondita

  1. Firefox

Firefox è un browser open-source veloce e privato, ed è stato completamente verificato, il che dimostra che fanno esattamente quello che dicono di fare. È sviluppato dalla Mozilla Foundation, che è un’organizzazione no-profit.

Firefox è probabilmente sicuro almeno quanto Chrome. Il nuovo motore di rendering “Quantum” (ish) è stato costruito da zero per migliorare la velocità e include la Tracking Protection integrata nell’interfaccia.

Firefox ora include anche una protezione integrata contro le impronte digitali su tela, la forma più comune di fingerprinting del browser.

Firefox è in netto vantaggio rispetto alla concorrenza, in quanto non traccia la vostra navigazione sul web per indirizzare gli annunci pubblicitari verso di voi.

2. Tor Browser

Tor Browser è stato progettato per fornire un accesso sicuro alla rete di anonimato Tor. Tor Browser è basato su Firefox ma con caratteristiche di sicurezza aggiuntive.

Le caratteristiche principali includono:

  • Utilizza plugin HTTPS Everywhere e NoScript (tutti gli script disabilitati di default)
  • Blocca altri plugin del browser come Flash, RealPlayer e QuickTime
  • Utilizza Disconnect.me come motore di ricerca predefinito
  • Utilizza sempre la modalità di navigazione privata (protezione di tracciamento, nessuna cronologia di navigazione, password, cronologia di ricerca, cookie o contenuti web salvati nella cache)

3. Waterfox browser

Waterfox è un browser open-source basato su Firefox. Per molti versi, è abbastanza semplice Firefox 56 alla vaniglia, e non ci sono piani per andare oltre. Ciò significa che supporta sia i componenti aggiuntivi di Firefox legacy che i nuovi componenti aggiuntivi. Include una protezione di tracciamento e si sincronizzerà con il vostro normale account Firefox. Alcuni problemi di stabilità sono stati segnalati con Waterfox, ma questi riguardano solo una piccola minoranza di utenti.

Waterfox è essenzialmente un progetto individuale, e sembra che stia facendo un buon lavoro per assicurare che Waterfox incorpori le ultime patch di sicurezza di Firefox. Il problema è che queste patch sono per una versione diversa di Firefox (attualmente 66.0.3). Questo potrebbe far sì che le vulnerabilità specifiche di Firefox 56 (e precedenti) rimangano senza patch.

Waterfox è disponibile per Windows, macOS, Linux e Android.

Aggiornamento 02/20. Waterfdox è stato acquisito dalla società di pubblicità e di analisi System 1 (la stessa società che ha recentemente acquisito il motore di ricerca sulla privacy StartPage). Anche se ancora open source, questo ci rende difficile continuare a raccomandare Waterfox.

4. Brave

A differenza di tutti gli altri browser di questa raccolta, Brave è basato su Chromium invece che su Firefox. Chromium è il codice open-source dietro Chrome, con tutti i bit proprietari chiusi spogliati (almeno in teoria).

Viene fornito con un ad-blocker integrato, protezione di tracciamento, blocco degli script e funzionalità HTTPS-Everywhere. Brave è dotato anche di un click anti-fingerprinting e di una protezione contro le perdite di WebRTC. E chiunque sia abituato a Chrome si sentirà subito a casa sua.

Nonostante tutto questo, Brave è una scelta controversa…

Brave aiuta a finanziarsi attraverso un programma di sostituzione ad hoc. Questo sostituisce i “cattivi annunci” che includono il tracciamento dei pixel con “buoni annunci” dei suoi partner di rete. Partecipare a questo programma è un opt-in, ma i detrattori ritengono che contribuisca ad aggravare un problema che i browser privati dovrebbero risolvere.
Il CEO di Brave Software è l’ex CEO di Mozilla e l’inventore di JavaScript Brendan Eich. Eich è stato costretto a ritirarsi da Mozilla nel 2014 dopo aver donato 1.000 dollari a sostegno della Proposizione 8 della California, che ha cercato di prevenire il matrimonio tra persone dello stesso sesso per i californiani LGBTQ. Questo non ha alcuna rilevanza per la qualità del software, naturalmente, ma potreste voler considerare se volete beneficiare finanziariamente qualcuno con queste opinioni utilizzando il suo prodotto.

Brave è disponibile per Windows, macOS, Linux, Android e iOS.

5. Pale Moon

Pale Moon è una fork open source leggera e altamente personalizzabile di Firefox. A differenza di Waterfox, il suo codice si è separato completamente da Firefox. È compatibile con molti add-on classici di Firefox, ma non tutti.

Non è compatibile con i nuovi add-on WebExtensions di Firefox, ma ha una crescente libreria di add-on che sono stati ricostruiti appositamente per Pale Moon.

Gran parte di Pale Moon è stata aggiornata con il codice di versioni più recenti di Firefox, ma la sua interfaccia utente rimane il front-end altamente personalizzabile basato su XUL visto per l’ultima volta in Firefox 28. Questo include il supporto per una vasta gamma di temi e skin personalizzate.

Pale Moon non offre “funzioni speciali per la privacy” in quanto tale, ma non contiene software dubbiosi e invadenti per la privacy, inclusi in altri browser mainstream.

Anche se fornisce una “stretta aderenza agli standard e alle specifiche ufficiali del web” Pale Moon sta ancora lavorando al pieno supporto di HTML5 e CSS3, quindi può avere difficoltà nel rendere alcune pagine web.

Alcuni utenti dicono che è in ritardo con gli aggiornamenti di sicurezza, ma questo è molto ingiusto. Può passare anche una settimana prima che Mozilla permetta agli sviluppatori di Pale Moon di accedere alle sue ultime patch, ma queste vengono sempre implementate il prima possibile e sono sempre aggiornate.

Pale Moon è disponibile sia per Windows che per Linux.

6. IceCat

GNU IceCat è solo Firefox con il marchio registrato rimosso per conformarsi alle linee guida del progetto GNU per il software libero.

Bloccherà i file immagine di terze parti a lunghezza zero, noti anche come web bug. Rileverà e bloccherà anche i JavaScript non liberi, e ha la possibilità di impostare una stringa di user agent diversa per i diversi domini in about:config. Questo è buono per sconfiggere il fingerprinting del browser.

IceWeasel è molto simile a IceCat, tranne che per Debian (Linux) e senza le caratteristiche di privacy aggiuntive di IceCat. Ora che Firefox è tornato in Debian, IceWeasel non è più mantenuto. IceWeasel è basato su una versione precedente (preQuantum) di Firefox, ma Icecat è basato sull’ultimo Firefox ESR. Questo significa che può utilizzare i componenti aggiuntivi aggiornati di Firefox e ha un aumento di velocità Quantum.

IceCat è disponibile per GNU/Linux, Windows (compilazione non ufficiale), Android e macOS (auto-compilato).

7. SeaMonkey

SeaMonkey, come Pale Moon, utilizza il codice Firefox e il motore di rendering Gecko. Tuttavia, è diverso da tutti gli altri servizi della nostra lista di browser privati.

Incorpora un browser, un client di posta elettronica e newsgroup e un editor HTML WYSIWYG. Alcuni potrebbero sostenere che questo lo rende molto gonfio, ma la maggior parte dell’hardware moderno può gestire il gonfiore facilmente.

SeaMonkey è ottimo per chi vuole un’esperienza internet vecchio stile, ma in termini di aggiornamenti e patch di sicurezza, è in ritardo rispetto a Firefox.

Preoccupazioni con i normali browser web

I browser commerciali come Chrome, Edge e Safari pongono tutti problemi di privacy.

Google è una società che ha collaborato pienamente con la NSA nel suo programma di sorveglianza di massa PRISM.

Google ha un’analisi dettagliata di come Chrome influisce sulla vostra privacy, ma in sostanza, Chrome è solo uno spyware per Google. Sebbene Chrome offra impostazioni sulla privacy controllate dall’utente, esse sono nascoste nel browser e gli utenti devono manualmente rinunciare alle funzioni che invadono la loro privacy.

Anche con tutte le impostazioni della privacy controllate dall’utente bloccate, ci sono tutte le ragioni per non fidarsi di Google per non spiarvi.

Questo è lo stesso per tutti gli altri browser commerciali. Anche Microsoft raccoglie i dati degli utenti, ed è stato riferito che hanno lavorato anche con la NSA, quindi non ci si può fidare dei browser Edge e Internet Explorer.

Apple è principalmente un produttore di hardware, quindi non si affida alla rivista pubblicitaria come modello di business. Ha anche una solida politica globale sulla privacy. Ha partecipato al programma PRISM della NSA, tuttavia, e Safari è una fonte chiusa.

Opera è ora di proprietà di un consorzio cinese e dichiara chiaramente nella sua politica sulla privacy che raccoglie una discreta quantità di dati che “possono essere considerati personali”.

Fondamentalmente, tutti questi popolari browser sono closed source. Ciò significa che non c’è modo di verificare che non contengano alcun codice raccapricciante o che non stiano facendo qualcosa che non dovrebbero fare.

La modalità di navigazione privata è sicura?

Tutti i browser moderni hanno una modalità privata o in incognito. È importante capire cosa fa questa funzione perché il suo nome è per molti versi piuttosto fuorviante. Questo può far sì che le persone che navigano in internet pensino erroneamente che la loro privacy sia protetta in modi che non lo sono.

Cosa fa quindi la modalità di navigazione privata?

La modalità di navigazione privata ha lo scopo principale di impedire alle persone che hanno accesso fisico diretto al vostro computer (come i vostri familiari) di vedere ciò che avete fatto online. Quando si utilizza la modalità privata:

  • I siti web che visitate non vengono salvati nella cronologia del vostro browser
  • Le ricerche non vengono salvate localmente
  • I dati del modulo non vengono salvati localmente
  • I cookie vengono cancellati al termine della sessione
  • Le vostre sessioni di navigazione sono isolate dalle vostre sessioni regolari
  • Eliminando i cookie tra una sessione e l’altra, la modalità di navigazione privata impedisce utilmente alcuni tracciamenti di base da parte dei siti web, ma i vantaggi sono facilmente sovrastimati.

Cosa non fa la modalità privata?

Fondamentalmente, la modalità privata non vi rende privati su internet:

  • I siti web possono vedere il vostro indirizzo internet (IP) unico
  • I siti web non possono tracciare l’utente utilizzando i cookie, ma possono tracciare l’utente utilizzando il fingerprinting del browser, il fingerprinting su tela e vari altri metodi
  • Il vostro provider internet (ISP) può vedere ogni sito web che visitate su internet
  • I file scaricati e i segnalibri effettuati in modalità privata vengono salvati come di consueto
  • I keylogger e i malware installati sul vostro sistema possono tenere traccia di tutto ciò che fate online

Conclusioni

Se volete nascondere gli acquisti dei regali di compleanno al vostro coniuge su un computer di famiglia o nascondere le vostre abitudini di visione per adulti su un computer portatile condiviso, la modalità privata è ottima. Dopotutto, dopo tutto, è spesso indicata come “modalità porno” per un motivo!

Ciò che non fa è fornire una privacy significativa (per non parlare dell’anonimato) dal vostro ISP o da chiunque spii attraverso internet. Per questo, è necessario utilizzare una VPN per nascondere il proprio indirizzo IP, e vari componenti aggiuntivi del browser per evitare il tracciamento del web (che possono essere o meno in bundle con i browser sulla privacy discussi sopra).

Tutti i browser in questo elenco sono open source e forniscono molta più privacy di Chrome, Edge/Internet Explorer o Safari.

Condividi questo articolo: