Domotica con Raspberry Pi e Homebridge

Condividi questo articolo:

In questo articolo scoprirai come la Raspberry PI può essere impegata nella domotica con Homebridge. Come possiamo eseguire quasi tutti i dispositivi IoT disponibili – non importa la società o le barriere software con licenza – sotto un hub di automazione domestica? La risposta include i vostri assistenti tecnologici preferiti, come Alexa, Google Home e HomeKit, un Raspberry Pi e una piccola cosa chiamata Homebridge.

Leggi anche: Recensione Raspberry Pi 4 model B

Sono sempre più interessato alla domotica. Anche molti di voi potrebbero esserlo, soprattutto perché immagino che alcuni di voi abbiano comprato o ricevuto alcune delle ultime novità tecnologiche durante le vacanze – un Alexa, un Google Home o un Ring.

Sembra un’epoca d’oro per essere interessati alla domotica, dato che molti dei giganti della tecnologia stanno finalmente sviluppando connessioni tra i loro software e soluzioni hardware tangibili. Per esempio, da quando Apple ha sviluppato HomeKit, ha ampliato l’ecosistema Apple per essere compatibile con centinaia di dispositivi di terze parti. Si potrebbe facilmente impostare HomeKit nella vostra casa per costruire automazioni per i vostri irrigatori, i vostri sistemi di sicurezza, le vostre luci – quasi tutto.

Se avete recentemente ricevuto un Apple HomeKit, Google Home o Amazon Alexa, come potete collegare quasi tutti gli accessori e i servizi intelligenti che volete senza preoccuparvi del software incompatibile?

La risposta è un Raspberry Pi e un sistema operativo chiamato Homebridge. Una risposta troppo vaga? Non preoccupatevi, saltiamo subito a ciò che comporta! Potete comprare l’ultima Raspberry PI 4 al miglior prezzo qua.

 

Allora, cos’è Homebridge e come funziona su Raspberry PI? È perfetto per la domotica

Homebridge, come perfettamente descritto da David Ludlow di The Ambient, è,

“Homebridge è, come suggerisce il nome, un ponte tra HomeKit e altri dispositivi domestici intelligenti. Un leggero server NodeJS che emula l’API HomeKit di iOS, Homebridge è un software open-source che fornisce il supporto che manca alla piattaforma”.

HOOBS è una dashboard più user-friendly, o un’interfaccia utente (UI), che gira su Homebridge.

Ciò significa che Homebridge è un sistema operativo per la domotica che può essere flashato sul vostro Raspberry Pi al posto di un sistema operativo tradizionale come Raspbian.

Ti permette, attraverso la sua semplice interfaccia utente dashboard, di installare qualsiasi numero di plugin e connettersi ad esso più grandi sistemi di automazione domestica (domotica) come HomeKit. Hanno ~ 3.000 plugin e contando, così quasi ogni accessorio intelligente che si potrebbe acquistare può essere facilmente collegato ai vostri sistemi di automazione generale. Inoltre, ha una grande comunità dietro il framework, quindi c’è una buona probabilità che qualcuno abbia costruito un plugin per il tuo dispositivo intelligente, e se non è così, puoi scriverne uno tu stesso. Home bridge è perfetto per la domotica con Raspberry PI. Potete comprare l’ultima Raspberry PI 4 al miglior prezzo qua.

Plugin di Homebridge

Se avete un Raspberry Pi e siete interessati a creare più automazioni domestiche per voi stessi, ho trovato questo tutorial una risorsa eccellente per le istruzioni su come flashare il sistema operativo sul Pi, caricare la dashboard, installare i plugin e collegarsi a HomeKit. Potete comprare l’ultima Raspberry PI 4 al miglior prezzo qua.

Il primo punto di partenza è il download del sistema operativo; è possibile installare la versione tradizionale di Homebridge, o HOOBS, che ha un’interfaccia utente più curata.

Scaricate le immagini per Raspberry PI di Homebridge e Hoobs da qua:

https://homebridge.io/raspberry-pi-image

https://hoobs.com/product/hoobs-image/

Da lì, è possibile utilizzare il tutorial come punto di partenza per impostare il sistema ed estendere le vostre esigenze specifiche, sia con l’utilizzo di diversi plugin, o diversi sistemi diversi da HomeKit (Alexa o Google Home).

Questo è uno dei migliori Starter Kit per Raspberry PI 4 Model B che puoi trovare su Amazon. Include anche un ottimo alimentatore da 3A:

Leggi anche: I migliori accessori per Raspberry PI nel 2022

Come installare Homebridge su un Raspberry Pi

Homebridge è un leggero server open-source che gira su Node.js. La sua funzione principale è quella di emulare l’API HomeKit di iOS. In poche parole, i dispositivi intelligenti nella vostra casa parlano con Homebridge attraverso i plugin, e Homebridge trasmette le informazioni a Apple HomeKit. HomeKit, a sua volta, trasmette le informazioni a Homebridge, che poi controlla i vostri dispositivi intelligenti.

Questa comunicazione permette agli utenti di azionare dispositivi tramite Apple Home che non sarebbero in grado di controllare nativamente. Questo apre un bel po’ di possibilità per le persone che cercano di personalizzare la loro casa intelligente. Inoltre, l’interfaccia utente è intuitiva, il software è gratuito, e la configurazione di Homebridge richiede meno di un’ora.

Una volta che Homebridge è configurato, tutti i vostri dispositivi saranno visibili all’interno dell’interfaccia Apple Home, e dovrebbero funzionare come qualsiasi altro dispositivo intelligente che attualmente supporta HomeKit. Riceverete anche notifiche quando un dispositivo è offline, e potrete impostare automazioni personalizzate.

Se voi, per esempio, volete che tutte le luci si spengano quando l’ultima persona lascia la vostra casa, Homebridge lo rende possibile. Homebridge apre anche la porta a molte delle funzioni di collegamento di Apple, fornendo automazioni quasi illimitate.

Come installare Homebridge su Raspberry PI

Ci sono quattro passaggi per installare l’immagine ufficiale di Homebridge con balenaEtcher. Essi sono:

  • Scaricare l’immagine ufficiale Homebridge Raspberry Pi
  • Inserire la scheda microSD nel computer e aprire balenaEtcher.
  • Selezionate il vostro file immagine. Questo file è l’immagine Homebridge che avete scaricato.
  • Selezionate il vostro obiettivo, che è la vostra scheda microSD, e toccate Flash!

Il processo di flashing dell’immagine dovrebbe richiedere solo pochi minuti. Quando l’incisore finisce, espelli la tua scheda microSD e inseriscila nello slot per schede microSD del tuo Raspberry Pi (assicurati che sia spento prima dell’installazione). Poi, accendi il tuo Pi per continuare.

Collegarsi al Raspberry Pi e aggiornare

Installare Homebridge su Raspberry PI

Una volta che il vostro Raspberry Pi è acceso, tornate al vostro computer e aprite un browser web per inziare con l’installazione di HomeBridge.

  • Navigate su homebridge.local.
  • Se vi viene richiesto un login e una password, il login è: admin, e la password è: admin.

Il sito dovrebbe caricare la configurazione di Homebridge. Il processo può richiedere alcuni minuti, e Homebridge controllerà ed installerà anche eventuali aggiornamenti.

Poi, volete assicurarvi che la vostra versione di Node.js sia la più recente. Nell’angolo in alto a destra dello schermo, vedrete tre punti verticali. Fai clic su quei punti e dovrebbe apparire un menu ad hamburger. Fai clic su Terminale e lo schermo passerà alla riga di comando.

Nella riga di comando, digita

Questo comando aprirà una finestra dove puoi selezionare Upgrade Node.js to the latest LTS version. Una volta selezionato, l’installazione di Node.js si aggiornerà, o riceverai un messaggio che la versione è già corrente. Questo è tutto! Homebridge è ora installato.

Cambiare la password predefinita di Homebridge

Cambiare la password di amministratore su Homebridge

Una delle prime cose che vorrete fare è cambiare la password di default di Homebridge. Cliccate sui tre puntini verticali in alto a destra, poi cliccate su User Accounts. Cliccate su Modifica. Inserite un nome e una password di Amministratore, poi cliccate su Salva.

Assicuratevi di salvare questa password perché se la perdete, non sarete in grado di accedere al vostro server Homebridge a meno che non lo reinstalliate.

Cercare i Plugin di Homebridge per Raspberry PI

Homebridge usa dei plugin per comunicare con i vostri dispositivi. Per installare dei plugin, cliccate prima sul menu Plugins. Poi, digitate il nome del plugin nella casella Cerca plugin da installare….

Raccomandiamo di utilizzare solo i plugin che hanno il simbolo verde Verificato accanto alle loro installazioni. Verificato significa che il team del progetto Homebridge ha esaminato questi plugin e che essi soddisfano i requisiti per una “esperienza utente senza problemi”.

Molti di questi plugin richiedono una configurazione, ma ognuno di essi dovrebbe avere una guida dettagliata per l’utente per guidarvi attraverso il processo. I plugin installati di solito hanno lo stesso aspetto. Nella pagina del plugin, vedrete SETTINGS sotto il nome di ogni plugin. Se la parola UPDATE appare accanto alle impostazioni, allora il plugin ha un aggiornamento disponibile.

Vedrete anche un’icona a forma di chiave inglese sul lato destro della “scatola” del plugin. Questa chiave inglese ti permette di tornare a una versione precedente se hai problemi con il plugin. Infine, l’icona all’estrema destra, che sembra una scatola con una freccia che punta in alto e a destra, si collega al readme ufficiale di GitHub per quel plugin.

Questo è uno dei migliori Starter Kit per Raspberry PI 4 Model B che puoi trovare su Amazon. Include anche un ottimo alimentatore da 3A:

Condividi questo articolo:

1 Trackback / Pingback

  1. Installare Android su RaspberryPi - Andrea Piani - Sviluppatore

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*