Costo per installazione (CPI): cos’è e come funziona

Condividi questo articolo:


Le app mobili sono aziende.

Non importa se la tua app è stata lanciata come prodotto proprio o utilizzata per integrare la tua azienda esistente; è ancora un affare. Come qualsiasi altra azienda, la tua app deve essere redditizia per sopravvivere.

Ovviamente, ciò significa che dovrai tenere traccia di determinate metriche pertinenti al tuo modello di business. Detto questo, le app mobili richiedono il monitoraggio di metriche specifiche della piattaforma. Alcuni di questi sono diversi rispetto ai tuoi KPI per un’azienda di mattoni o malta o un negozio di e-commerce.

Quindi cosa dovresti tracciare?

Il costo per installazione, meglio noto come CPI, è una delle metriche più importanti per le applicazioni mobili.

Certo, ci sono altre metriche che devi tenere d’occhio, ma l’IPC dovrebbe essere in cima all’elenco. Assicurati solo di non confondere questo numero con pay per installazione perché le due cifre non sono uguali.

Alcuni di voi potrebbero aver sentito parlare di CPI, ma non sanno davvero cosa significhi o come utilizzarlo. Altri potrebbero non avere familiarità con l’IPC. Il resto di voi probabilmente cadrà da qualche parte nel mezzo.

Indipendentemente dalla tua situazione, questo articolo tratterà tutto ciò che devi sapere sull’IPC. Anche se hai già una conoscenza di base dell’IPC, trarrai comunque vantaggio da queste informazioni.

Statistiche chiave CPI

CPI medio per app Android – $ 0,44
CPI medio per app iOS – $ 0,86
CPI iOS medio negli Stati Uniti – $ 2,37
CPI medio per Android negli Stati Uniti – $ 1,20
Costo medio dell’acquisizione degli utenti di app in tutto il mondo – $ 2,89
Definizione costo per installazione

Prima di procedere oltre, iniziamo con le basi.

Che cos’è esattamente l’IPC?

Per definizione, le campagne CPI sono specificamente pensate per le app mobili. Questa metrica non può essere applicata ad altre aree della tua attività.

Ecco come funziona. Con le campagne CPI, gli annunci digitali vengono posizionati per indirizzare le installazioni verso un’app mobile specifica. Alle aziende viene quindi addebitata una tariffa fissa o una tariffa di offerta ogni volta che viene installata l’app.

Formula di costo per installazione

Quindi, come si calcola il costo per installazione? In realtà non è così complesso. Tutto quello che devi fare è dividere la spesa totale in pubblicità per il numero di installazioni.

Ecco uno sguardo alla formula CPI.

La spesa totale per gli annunci varierà in base a diversi fattori. Come ho detto prima, i prezzi possono essere basati su un importo fisso o un importo di offerta. Le tariffe dipenderanno anche dalle reti pubblicitarie e dai publisher che stai utilizzando per visualizzare i tuoi annunci. Ma ne discuteremo più dettagliatamente mentre continuiamo.

Che cos’è una campagna CPI?

Come accennato in precedenza, le campagne CPI sono rigorosamente realizzate per le app mobili. Ecco come funzionano le campagne.

Il proprietario o lo sviluppatore di un’app mobile decide di voler promuovere la propria app con pubblicità a pagamento. Quindi lavorano direttamente con reti pubblicitarie o editori per aumentare l’esposizione dell’app.

Quindi, gli annunci pubblicitari vengono inseriti in altre app o siti Web mobili in vari formati. Queste sono alcune delle opzioni più popolari:

banner
video
nativo
interstiziale
OfferWall
Se un utente fa clic sull’annuncio e quel clic porta a un’installazione, l’aderzionista (il proprietario dell’app) viene addebitato.

Questo è solo uno dei molti modelli di prezzo per le campagne pubblicitarie per app. Altre opzioni includono:

Costo per miglio (CPM)
Costo per clic (CPC)
Costo per azione (CPA)
Costo per visualizzazione (CPV)
Nel caso di una campagna CPM, gli inserzionisti vengono addebitati solo per gli annunci pubblicati. Gli altri modelli sono piuttosto autoesplicativi.

Ma se confronti l’IPC con queste altre campagne, ti renderai conto che è molto più importante. Come azienda, sai che stai pagando per gli annunci che funzionano effettivamente poiché portano direttamente alle installazioni di app.

Questo non è necessariamente il caso delle campagne CPV, CPC, CPA o CPM.

Detto questo, le campagne CPI di solito costano più di questi altri formati, come dovrebbero.

Perché è importante l’IPC?

L’IPC è una metrica cruciale da monitorare in termini di budget di marketing.

Secondo un recente sondaggio tra sviluppatori, commercializzare la loro app è l’aspetto più impegnativo dello sviluppo.

Devi assicurarti che le tue campagne valgano la pena.

L’IPC può essere paragonato al costo di acquisizione del cliente, di cui sono certo che tu abbia familiarità con la proprietà e la gestione di un’azienda. Salvo diversamente dall’acquisizione del cliente, questa metrica può essere collegata a campagne specifiche. Non hai lo stesso lusso nel tenere traccia dei costi di acquisizione dei clienti.

L’importanza dell’IPC è anche correlata al tipo di app che hai.

Ad esempio, esiste una differenza tra le app che sono prodotti autonomi rispetto alle app di e-commerce.

Con un’app di e-commerce, hai già un’attività e una rete esistenti. Quindi avrai altri modi per guidare le installazioni dai tuoi attuali clienti e piattaforme di distribuzione.

Ciò non significa necessariamente che non puoi eseguire campagne CPI, ma questa strategia funziona molto meglio per le app autonome, come i giochi.

In questo caso, potresti potenzialmente impostare il prezzo della tua campagna CPI da attivare dopo che è stata effettuata un’azione specifica all’interno

il gioco stesso, come raggiungere un nuovo livello. Questo sarebbe molto più vantaggioso per te poiché l’atto di installare semplicemente un’app non si traduce necessariamente in uso.

Senza questi parametri, potresti pagare per installazioni che non vengono mai effettivamente utilizzate. Tuttavia, questi tipi di dettagli dovrebbero essere elaborati con l’editore che sta visualizzando l’annuncio per te.

In questo caso, puoi sicuramente aspettarti che le tariffe siano più alte.

Statistiche costo per installazione

Approfondiamo le diverse percentuali di CPI.

Puoi utilizzare queste informazioni per aiutarti a negoziare i prezzi con un editore. Potrai anche utilizzare queste cifre per vedere se ciò che stai pagando è al di sopra o al di sotto delle tariffe medie.

Ovviamente, vuoi che questo numero sia il più basso possibile. Ma se stai pagando più della media e le tue campagne hanno successo, non devi necessariamente abbandonarle.

CPI medio per dispositivo – iOS vs. Android

Come probabilmente saprai, gli utenti iOS e Android non sono creati allo stesso modo. In termini di sistemi operativi per smartphone, Android controlla l’88% della quota di mercato globale.

Ma qui negli Stati Uniti, è più vicino a una divisione uniforme con Android che controlla il 54% degli utenti di smartphone. Pertanto, a seconda del pubblico di destinazione, non puoi semplicemente ignorare gli utenti Apple quando commercializzi la tua app.

Ecco uno sguardo al costo medio per installazione per le app mobili in tutto il mondo.

Come puoi vedere, il costo medio per installazione per i dispositivi Android è quasi la metà del costo dei dispositivi iOS. Cosa ti dice questo?

È meno costoso convincere gli utenti Android a installare la tua app. Pertanto, se stai pubblicando campagne CPI, le tariffe non dovrebbero essere le stesse per i dispositivi iOS e Android.

Puoi elaborare questi dettagli con l’editore. Ma se entrambi applicano la stessa tariffa, o la tariffa Android ha un prezzo troppo alto (cosa che non vorresti) o la tariffa iOS è troppo bassa (il che va bene per te).

CPI vs. altri costi di acquisizione

Le campagne CPI sono solo un modo per acquisire nuovi utenti di app. Come ho detto prima, se hai già un’attività esistente, questo sarà più facile per te.

Quindi, dove si posizionano le installazioni in termini di costi di acquisizione degli utenti? Dai un’occhiata a questo grafico e vedi di persona.

Come puoi vedere, le installazioni sono il costo di acquisizione meno costoso. Ecco perché è un modello pubblicitario così valido da prendere in considerazione per la tua app.

Ma ricorda, le installazioni non si traducono in uso. Una volta che qualcuno installa la tua app, è tuo compito dare loro un incentivo per usarla e continuare a usarla regolarmente. Altrimenti, non sarai in grado di monetizzare la tua app in modo efficace.

Il motivo per cui questi altri costi di acquisizione sono molto più costosi è perché sono legati a un’azione specifica intrapresa all’interno di un’app che va oltre l’installazione iniziale.

CPI medio per dispositivo

Abbiamo già parlato delle differenze tra utenti iOS e Android. Ma questa non è l’unica differenza con le installazioni di app.

Guarda come varia anche il costo per installazione in base al dispositivo.

Sapevamo già che le installazioni iOS erano più costose delle installazioni Android. Quindi non dovrebbe essere una sorpresa vedere iPad e iPhone più alti dei tablet e degli smartphone Android.

Ma quando metti questi numeri su un grafico come questo, mette davvero le cose in prospettiva.

Il CPI medio per iPad è circa otto volte superiore a uno smartphone Android. So che non stiamo necessariamente confrontando le mele con le mele qui, ma vale comunque la pena notare.

Cosa puoi fare con queste informazioni?

Dipende da te, ma se stai cercando di risparmiare denaro, potresti potenzialmente stare lontano dalle campagne CPI per iPad. Puoi ancora scegliere come target gli utenti iOS con iPhone e risparmiare circa il 35% per installazione.

CPI medio per paese – iOS

Diamo uno sguardo più approfondito a come varia il costo delle installazioni di app in base al Paese. Innanzitutto, esamineremo il CPI medio per i dispositivi iOS. Questi dati di Chartboost sono aggiornati a febbraio 2019.

Stati Uniti – $ 2,37
Regno Unito – $ 1,32
Thailandia – $ 0,32
Svizzera – $ 1,84
Svezia – $ 0,88
Sudafrica: $ 0,91
Porto Rico – $ 0,43
Perù – $ 0,24
Norvegia – $ 1,52
Nuova Zelanda – $ 1,39
Giappone – $ 1,80
Italia – $ 0,40
Germania – $ 1,17
Francia – $ 0,66
Egitto – $ 0,22
Danimarca – $ 0,99
Cina – $ 0,98
Canada – $ 1,53
Brasile – $ 0,22
Australia – $ 1,55

Ho scelto questo elenco di 20 paesi per mostrarti come variano i prezzi nei diversi angoli del mondo. L’IPC medio negli Stati Uniti è oltre dieci volte superiore al Brasile.

Chartboost tiene traccia dell’IPC medio in centinaia di paesi. Quindi, se stai cercando di vedere uno specifico che non è elencato sopra. Basta visitare il loro sito Web per verificarlo.

CPI medio per paese – Android

Ora diamo un’occhiata a quegli stessi identici paesi. Tranne che per questo periodo vedremo il CPI medio per i dispositivi Android.

Stati Uniti – $ 1,20
Regno Unito – $ 0,80
Thailandia – $ 0,10
Svizzera – $ 0,78
Svezia – $ 0,43
Sudafrica: $ 0,40
Porto Rico – $ 0,19
Perù – $ 0,11
Norvegia – $ 0,78
Nuova Zelanda – $ 1,00
Giappone – $ 1,48
Italia – $ 0,22
Ge

rmany – $ 0,52
Francia – $ 0,49
Egitto – $ 0,06
Danimarca – $ 0,75
Cina – $ 0,22
Canada – $ 0,73
Brasile – $ 0,09
Australia – $ 0,90
Come puoi vedere, c’è ancora una grande discrepanza in termini di costi in base alla posizione. Ancora una volta, gli Stati Uniti hanno un tasso medio che è 13 volte più alto del Brasile. L’IPC medio negli Stati Uniti è 20 volte superiore all’Egitto.

Detto questo, se si confrontano questi numeri con le medie di iOS, c’è anche un’enorme differenza. Chiaramente, l’IPC medio è inferiore per i dispositivi Android. Ciò conferma i dati di cui abbiamo parlato in precedenza.

CPI medio per regione

Dopo aver esaminato alcuni singoli paesi, confrontiamo l’aspetto dell’IPC medio su scala globale con una rappresentazione visiva di queste cifre.

Complessivamente, l’IPC medio in tutto il mondo è di $ 2,24. Ciò prende in considerazione piattaforme, dispositivi e posizioni.

Ma se confronti diverse regioni, vedrai che c’è una tendenza. I paesi sudamericani hanno i tassi di CPI più bassi di una frana.

Il Nord America è il più costoso, con l’Europa, l’Africa e l’Asia occidentale non molto indietro.

Scelta di una rete CPI

Ora che hai compreso le nozioni di base e conosci alcune statistiche più approfondite, è tempo che tu scelga una rete CPI per la tua app mobile.

Ma con così tante reti disponibili, come puoi decidere quale è la migliore?

Questi sono i fattori che devi prendere in considerazione.

Prezzi

Ovviamente, vuoi assicurarti di ottenere il miglior prezzo per le tue campagne CPI. Ma come puoi vedere dai dati che abbiamo esaminato finora, il meno costoso non è necessariamente il migliore.

Se puoi pagare $ 0,20 per installazione da qualche parte in Sud America, ma il tuo mercato di riferimento è negli Stati Uniti, quel basso tasso non ti gioverà affatto.

Ci sono altre volte in cui potresti pagare una tariffa premium, ad esempio se aggiungi una contingenza di azione all’accordo, di cui abbiamo parlato in precedenza. In questo caso, non verrai addebitato fino a quando un utente non avrà completato un’azione specifica nell’app dopo l’installazione.

Indipendentemente da ciò che decidi, il prezzo deve corrispondere al tuo budget.

Categoria

Ci sono alcuni editori e reti specializzati in nicchie specifiche.

Ad esempio, stanno lavorando con tutte le app mobili? O si concentrano solo sulle app di gioco?

È meglio andare con una rete di nicchia, supponendo che tu rientri in quella categoria, ovviamente. È molto meglio che rivolgersi a un pubblico di massa.

Ancora una volta, le installazioni non portano necessariamente all’utilizzo. Quindi devi assicurarti che le persone utilizzino effettivamente l’app o sprecherai i tuoi soldi.

Reti pubblicitarie

Alcune reti pubblicitarie lavorano con editori in località specifiche. Quindi vorrai assicurarti di avere una portata sufficientemente ampia per raggiungere il tuo mercato di riferimento.

Quando una rete pubblicitaria visualizza i tuoi annunci con i publisher, dove verranno visualizzati? Quali formati pubblicitari supportano? Questi sono tutti fattori importanti da considerare.

Ad esempio, se desideri pubblicare annunci video, devi assicurarti di trovare una rete che supporti i video e possa collegarti con i publisher giusti per visualizzare tali annunci.

Conclusione

Il costo per installazione è estremamente importante per il successo della tua app.

È una formula semplice da calcolare. A differenza dei costi di acquisizione dei clienti, l’IPC può essere collegato direttamente alle tue campagne.

Ma prima di immergerti prima in una campagna CPI, ci sono alcune statistiche che devi prendere in considerazione. Utilizza questa guida come riferimento per aiutarti a comprendere meglio i tuoi costi.

Come hai appreso, i costi dell’IPC variano in base al dispositivo, al sistema operativo e alla posizione.

I prezzi varieranno anche in base alla rete pubblicitaria che stai utilizzando. Quindi assicurati di trovare le reti e gli editori giusti per soddisfare le tue esigenze, rimanendo nel rispetto del budget.

Dove pensi di pubblicare campagne CPI per la tua app mobile?

Hai bisogno di informazioni, una consulenza o un preventivo ?
Compila il form e illustrami il tuo progetto


Condividi questo articolo: