Come un’esperienza utente migliore può ridurre le disinstallazioni della tua app

Condividi questo articolo:


Per la maggior parte degli sviluppatori di app, l’importanza di fornire un’esperienza utente senza interruzioni (UX) non può essere sopravvalutata. L’esperienza utente aiuta a determinare il modo in cui un utente dell’app sente, pensa e risponde alle varie funzioni e funzionalità, quindi è importante che la UX sia personalizzata, aggiornata e facile da usare

Un enorme 80-90% di tutte le app scaricate viene eliminato solo dopo il primo utilizzo. E per la maggior parte delle app, circa il 94% degli utenti elimina l’app entro un mese dal download, l’80% dei quali è nei primi tre giorni. Tuttavia, lo stesso studio ha anche scoperto che la maggior parte degli utenti fornirà un’app una seconda possibilità se la trovassero poco interessante la prima volta.

Con i costi sempre crescenti dell’acquisizione dei clienti e la concorrenza spietata nel mercato delle app, diventa estremamente importante identificare e cercare di eliminare le variabili che incoraggiano gli utenti delle app a eliminare le app in primo luogo. Parliamo di alcuni motivi comuni per cui l’esperienza utente gioca un ruolo nelle disinstallazioni di app, insieme a suggerimenti su come risolverli.

7 motivi per cui le persone disinstallano app e soluzioni per risolverle

1. Troppe notifiche

Risultati immagini per notification ios

Uno dei punti di forza di un’app è avere interazioni in tempo reale con i tuoi clienti, senza l’uso del login individuale. Tuttavia, le notifiche possono anche essere il motivo di una disinstallazione dell’app. Molti editori di app esagerano con le notifiche e infastidiscono costantemente i loro clienti per attirare l’attenzione sulle nuove funzionalità e le modifiche in-app. Ma questa strategia è spesso controproducente e molti utenti trovano le notifiche intermittenti irritanti e persino offensive come una violazione del loro spazio personale e scelgono di eliminare quelle app che trovano fastidiose.

Soluzione: questo problema può essere risolto prestando attenzione ai clienti e offrendo loro le opzioni per scegliere le frequenze di notifica o inviando solo una manciata di notifiche tempestive. In ogni caso, se l’utente trova utile l’app e desidera rimanere aggiornato con gli ultimi sviluppi, sceglierà di mantenere attive le notifiche anziché perdere gli interessanti aggiornamenti. Una strategia di coinvolgimento dei clienti ben ponderata, sottile ma efficace, come l’utilizzo di strumenti di autorizzazione push, può aumentare notevolmente le possibilità che i clienti optino per la notifica push.

2. Problemi operativi

La funzione principale del design di un’app è semplificare l’esperienza dell’utente e le interazioni con i clienti. Un’app che è difficile da usare e complicata da capire e da usare vedrà alla fine una disinstallazione. Le app non user-friendly non trovano posto nel mercato delle app estremamente competitivo.

Soluzione: i problemi operativi possono essere risolti rendendo le app facili e intuitive da usare. È anche una buona idea disporre di guide per l’utente ben sviluppate che forniscano semplici istruzioni su come utilizzare ciascuna funzionalità dell’app. Ora, molte app sono dotate di tutorial per i primi utenti e che fanno molta strada nella familiarizzazione delle app, che aggiunge l’esperienza dell’utente.

3. Distrarre i messaggi in-app

Uno degli attributi più fastidiosi di un’app possono essere i pop-up frequenti che chiedono feedback sull’esperienza utente, chiamate per l’aggiornamento a una nuova versione o annunci che forniscono collegamenti ad altre app o funzionalità a pagamento / gratuite all’interno dell’app. I messaggi in-app sono sicuramente strumenti preziosi nelle mani degli sviluppatori di app per migliorare la loro UX, specialmente quando chiedono feedback, ma i tempi del messaggio in-app sono fondamentali.

Soluzione: può essere utile implementare un sistema di feedback sottile e ben studiato attraverso messaggi in-app (soprattutto dove il cliente non si sente infastidito). In qualità di editore di app, è importante disporre di un sistema di feedback dei clienti intelligente ed efficace, insieme a un meccanismo di misurazione del sentimento che sia discreto, ma efficace.

4. Invasione della privacy

Risultati immagini per app privacy

C’è già diffusa diffidenza nei confronti di molte applicazioni web a causa dell’abuso delle informazioni private. Molte app possono sembrare eccessivamente invadenti o impegnative per quanto riguarda le informazioni personali dei propri clienti, anche se ciò che stanno raccogliendo è necessario e prezioso per offrire un’esperienza migliore. Se percepiti in questo modo, hanno alte probabilità di essere visti con sospetto e infine di essere cancellati.

Soluzione: non mostrare annunci o popup ombreggiati all’interno della tua app e limitare al minimo la quantità di informazioni utente richieste. Quando chiedi informazioni sui clienti, non chiedere mai nulla che non sia direttamente pertinente all’app stessa. È anche una buona idea rassicurare i tuoi clienti che i loro dati non verranno utilizzati in modo improprio dalla tua azienda e dimostrare di avere un piano solido per la protezione e la privacy dei dati. Secondo un rapporto sulla Deloitte University Press, oltre l’80% dei consumatori indica che è più probabile che patrocinino marchi che garantiscono che i dati privati ​​dei clienti siano ben protetti e l’83% di questi clienti

e consapevole delle pratiche di furto di dati.

5. Accedi difficoltà

Molte app richiedono molte informazioni anche prima di dare in anteprima l’accesso all’utente che intende. Quando agli utenti vengono richiesti molti dettagli prima di provare effettivamente l’app, in genere non sono disposti a condividere fino a quando non sono sicuri che l’app abbia le funzionalità che stanno cercando. Questo può essere un grande deterrente per molte persone, portando a disinstallazioni.

Soluzione: è consigliabile che i publisher di app richiedano i dettagli dell’utente solo dopo essersi accertati che l’utente sia interessato a esplorare ulteriormente l’app e vorrà utilizzarla. Chiedere dettagli lunghi / invasivi ai clienti durante la registrazione iniziale è piuttosto scoraggiante e dovrebbe assolutamente essere evitato. Chiedi solo informazioni di cui hai veramente bisogno in anticipo; il resto può venire dopo

6. Problemi di progettazione

L’aspetto di un’app è importante per catturare inizialmente i clienti e tenerli interessati a visitare l’app ancora e ancora. Se l’app non è attraente in termini di design generale, usabilità e interfaccia, è probabile che diventerà rapidamente un candidato per rimbalzare, o peggio, per una disinstallazione. Secondo Shopify, quasi il 67% dei clienti abbandona i propri carrelli prima di effettuare pagamenti e 1 acquirente su 4 lo fa a causa della complicata navigazione. Sono molti gli affari da perdere!

Soluzione: il design è importante, indipendentemente dalla fase dell’app. I publisher di app dovrebbero dedicare molto tempo alla pianificazione del design e dell’usabilità dell’app, rendendola attraente e fornendo un’esperienza utente ricca, ininterrotta e utile.

7. Arresti anomali frequenti

Risultati immagini per app crash

Un’app che si arresta in modo anomalo o si blocca in modo intermittente è uno dei motivi principali per la disinstallazione delle app. Il congelamento di un’app nel mezzo di un’interazione è incredibilmente dirompente e angosciante per i clienti e creerà sicuramente un sospetto nei confronti della qualità e dell’usabilità dell’app.

Soluzione: gli arresti anomali delle app possono essere controllati in modo efficace mediante test approfonditi e correzione rapida dei bug, nonché l’aggiornamento dell’app con funzionalità più recenti e più moderne in modo intermittente. Secondo il sondaggio di Mobile App Review come riportato da Intel, le app di blocco e arresto anomalo sono il motivo principale per cui gli utenti eliminano le app, con l’arresto anomalo segnalato come una delle maggiori perdite al 71%.

Conclusione

Come possiamo vedere dagli esempi precedenti, fornire un’ottima esperienza utente dovrebbe essere di fondamentale importanza per tutti i publisher di app. Dovrebbe essere chiaro che non esiste un sostituto per un’esperienza raffinata e ben progettata che farà sicuramente tornare i tuoi clienti nella tua app più spesso. Allo stesso modo, una scarsa esperienza indirizzerà sicuramente i clienti che hanno la possibilità di prendere in considerazione la possibilità di eliminare la tua app in pochissimo tempo.


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: