Come rilevare gli utenti di AdBlock in WordPress

Condividi questo articolo:


Volete rilevare gli utenti di AdBlock in WordPress e mostrare loro messaggi mirati?

Adblock Plus è un popolare software che blocca la pubblicità su internet. È disponibile come add-on per tutti i migliori browser, applicazioni mobili e anche come browser dedicato.

Ora il problema è che la maggior parte dei blogger si affida alle entrate pubblicitarie per supportare il proprio sito web. Software come AdBlock plus hanno danneggiato il loro potenziale di guadagno e, in ultima analisi, i loro piani per far crescere il loro business.

In questo articolo, vi mostreremo come rilevare gli utenti Adblock in WordPress e condividere i modi per bypassare il software Adblock.

Che cos’è AdBlock e perchè danneggia i proprietari di siti web?

Adblock Plus e altri software di adblocking permettono agli utenti di rilevare e bloccare automaticamente la pubblicità sui siti web.

Mentre Adblock porta agli utenti un’amata esperienza pubblicitaria senza pubblicità, può danneggiare i blogger e i proprietari di siti web che si affidano esclusivamente alle entrate pubblicitarie.

Una ricerca pubblicata da Global Web Index mostra che l’utilizzo di adblocker è aumentato negli ultimi anni.

Quasi il 47% degli utenti di internet ha un qualche tipo di software adblocking installato sui propri dispositivi.

 

L’Adblocking sui dispositivi mobili ha aumentato molte pieghe ed è ora superiore a quello dei computer desktop.

Un’altra ricerca condotta da Ovum stima che gli editori perderanno 32 miliardi di dollari a causa del software Adblock entro il 2020.

Questo è un problema serio che riguarda molti siti web, in particolare i blog che si affidano alla pubblicità come fonte primaria di entrate.

Come dovresti gestire Adblock se hai un blog o un sito web?

Ci sono diverse misure che i proprietari di siti web hanno adottato a questo proposito.

1. L’approccio del non fare nulla

Come dice il titolo, non si fa nulla per gli utenti con Adblock. Si impara semplicemente a convivere con la perdita di entrate per il bene degli utenti felici.

2. Approccio passivo

Puoi chiedere gentilmente ai tuoi utenti di mettere in whitelist il tuo sito web con una promessa di contenuti di qualità e di annunci non invadenti. Non c’è modo di sapere quanto sarebbe efficace un tale appello.

Un’altra alternativa è quella di creare un sito web con piani di abbonamento a pagamento. È possibile promuovere i piani a pagamento come un’esperienza senza pubblicità con contenuti e funzionalità aggiuntive.

Reddit è un ottimo esempio di questo approccio con il suo piano Reddit Premium ad-free.

 

3. Approccio aggressivo

In questo approccio, è sufficiente bloccare l’accesso al vostro sito web per tutti gli utenti con AdBlock abilitato. Se vogliono visualizzare i vostri contenuti, devono disattivare AdBlock.

 

Questo tipo di approccio anti Adblock è piuttosto aggressivo, e allontanerà gli utenti dal vostro sito. Gli studi dimostrano che il 77% degli utenti di Adblock lascia i siti web con anti Adblock.

È meglio usare l'approccio passivo di cui abbiamo parlato sopra.

Come rilevare gli utenti AdBlock in WordPress: i migliori plugin

Prima di poter richiedere agli utenti di whitelist e di supportare il vostro sito web, è necessario essere in grado di rilevare gli utenti di AdBlock. Fortunatamente, ci sono molti modi per farlo in WordPress.

Vi mostreremo alcuni metodi diversi, e potrete scegliere quello più adatto a voi.

Rilevare gli utenti AdBlock con OptinMonster
Rilevare gli utenti AdBlock con AdSanity
Rilevare gli utenti AdBlock con deAdblocker

1. Rilevare e mirare gli utenti AdBlock con OptinMonster

OptinMonster è il miglior software di lead generation sul mercato. Ti aiuta a convertire i visitatori del sito web in abbonati e clienti.

OptinMonster è dotato di un rilevatore integrato di blocco degli annunci che permette di mostrare campagne mirate agli utenti con software di blocco degli annunci installati sui loro dispositivi. Questo include software popolari come AdBlock, AdBlock Plus e uBlock Origin.

Per prima cosa è necessario registrarsi per un account OptinMonster. Avrete bisogno almeno del loro piano di crescita per accedere al targeting AdBlock.

Una volta che ti sei registrato, puoi andare sul tuo sito WordPress per installare e attivare il plugin OptinMonster. Per maggiori dettagli, consulta la nostra guida passo dopo passo su come installare un plugin per WordPress.

Questo plugin funge da connettore tra il vostro sito web e OptinMonster.

Dopo l’attivazione, è necessario cliccare sull’icona OptinMonster nella barra di amministrazione di WordPress. Ti verrà chiesto di collegare il tuo account OptinMonster che autorizza il tuo sito web o di inserire una chiave API.

Dopo aver autorizzato OptinMonster, cliccare sul pulsante ‘Crea nuova campagna’ in alto.

Crea nuova campagna

Questo vi porterà al sito web di OptinMonster.

Per prima cosa, dovrete scegliere un tipo di campagna. Se volete adottare l’approccio passivo, potete utilizzare il tipo di campagna popup lightbox. D’altra parte, se volete bloccare aggressivamente gli utenti AdBlock, allora potete usare il tipo di campagna a schermo intero.

2. Intercettare gli utenti AdBlock con AdSanity Plugin per wordpress

AdSanity è uno dei migliori plugin di gestione degli annunci per WordPress. Ha un add-on a pagamento ‘Adblock Detection’ che permette di rilevare gli utenti con un software di blocco degli annunci e di limitare il loro accesso al tuo sito web fino a quando non disabilitano il blocco degli annunci.

Per prima cosa, è necessario installare e attivare il plugin AdSanity. Dopo di che è necessario installare e attivare il loro add-on Ad Block Detection. Per maggiori dettagli, consultate la nostra guida passo dopo passo su come installare un plugin per WordPress.

Dopo l’attivazione di entrambi i plugin, è necessario visitare la pagina “Impostazioni” di AdSanity e fare clic sulla scheda Add-Ons.

Impostazioni di rilevamento AdSanity Ad Block

AdSanity consente di rilevare AdBlock sui post e sulle pagine. Puoi mostrare un popup di avviso agli utenti di AdBlock con il tuo messaggio personalizzato, oppure puoi reindirizzarli ad una pagina personalizzata.

Entrambi i metodi sono aggressivi e richiederebbero agli utenti di disabilitare AdBlock per continuare a navigare sul tuo sito.

 

3. Rilevare gli utenti AdBlock con deAdblocker

Se state cercando un’opzione gratuita che vi permetta di rilevare gli utenti AdBlock, allora potete provare questo metodo.

Per prima cosa, è necessario installare e attivare il plugin deAdblocker. Per maggiori dettagli, vedi la nostra guida passo dopo passo su come installare un plugin per WordPress.

Nota: questo plugin mostra un avviso non aggiornato in WordPress, ma lo abbiamo testato e funziona bene con l’ultima versione.

All’attivazione, andare alla pagina Impostazioni ” deAdblocker per configurare le impostazioni del plugin.

 

Il plugin permette due metodi per mostrare un messaggio personalizzato agli utenti AdBlock. È possibile visualizzare una barra di notifica sulla parte superiore del sito web o mostrare una lightbox popup.

Entrambe le opzioni sono inammissibili, e gli utenti potranno ignorare il messaggio per continuare a navigare sul tuo sito web.

Non dimenticare di salvare le impostazioni. Ora puoi visitare il tuo sito web con l’estensione AdBlock installata nel tuo browser per testare il plugin.

Suggerimenti su come contenere le perdite di Adblock

Gli utenti di Internet stanno trovando altri modi per bloccare gli annunci su Internet. Combattere il software di blocco degli annunci può essere faticoso e una lotta senza fine per recuperare le entrate perse.

Una cosa da considerare è cambiare il modo di fare soldi sul vostro sito web. Trovare nuovi modi per monetizzare i vostri contenuti vi darà la libertà di fare meno affidamento sugli annunci e di costruire un business sostenibile nel lungo periodo.

Diversificare i vostri flussi di entrate

Gli editori stanno trovando nuovi modi per combattere il blocco degli annunci e proteggere i loro guadagni. Allo stesso tempo, i software di blocco degli annunci migliorano di giorno in giorno.

Le ricerche dimostrano che la privacy, la sicurezza e la cattiva esperienza degli utenti sono le lamentele più comuni tra gli utenti di AdBlock. Gli editori possono affrontare questi reclami adattando diversi metodi di monetizzazione che affrontano questi problemi.

1. Marketing di affiliazione

L’Affiliate marketing è uno dei modi più comuni per guadagnare soldi dai tuoi contenuti. Puoi consigliare prodotti e servizi ai tuoi utenti e guadagnare una commissione quando gli utenti effettuano un acquisto utilizzando il tuo link di affiliazione.

Ci sono un sacco di plugin e strumenti per gli operatori di marketing di affiliazione che ti aiuteranno ad iniziare.

2. Vendita diretta di annunci

Pagina pubblicitaria su Buzzfeed

Se stai pubblicizzando annunci attraverso una rete pubblicitaria di terze parti come Google AdSense, allora hai un controllo limitato sugli annunci, sulla privacy e sul CPC.

Vendere annunci direttamente agli inserzionisti ti permette di garantire la privacy, limitare il monitoraggio e controllare ciò che ti viene pagato.

I plugin di gestione degli annunci WordPress come AdSanity ti permettono di pubblicare anche i tuoi annunci. È possibile utilizzare le immagini ospitate sui propri siti web per gli annunci e bypassare facilmente la maggior parte dei software adblocking.

Suggerimento: Non avvolgere i tuoi annunci intorno agli elementi HTML con le classi CSS come annunci, pubblicità, promo, ecc. Questo è il modo in cui il software AdBlocking rileva e blocca gli annunci.

3. Contenuto sponsorizzato

Permettete agli inserzionisti di sponsorizzare i contenuti del vostro sito web. Puoi scrivere contenuti sul loro prodotto o servizio, e puoi anche includere un link di affiliazione per ottenere una commissione di referral. Puoi anche accettare i messaggi inviati dagli utenti direttamente sul tuo sito web.

4. Contenuti Premium

Un’altra strategia utile utilizzata da molte pubblicazioni online è quella dei contenuti premium. È possibile adattare un modello di pay per view, piani di adesione, vendere corsi online o semplicemente limitare le pagine agli utenti a pagamento.

 

Speriamo che questo articolo vi abbia aiutato a imparare come rilevare e bypassare AdBlock in WordPress. Potresti anche voler vedere la nostra guida su come creare una newsletter via email o 10 dati di marketing che devi tenere traccia su ogni sito web


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: