Come configurare Genymotion Emulator con Android Studio

Condividi questo articolo:


Cos’è Genymotion Emulator?

Genymotion emulator è uno dei plugin più utilizzati di Android Studio dove è possibile distribuire e testare le proprie applicazioni mobili. Qui, abbiamo portato un tutorial passo dopo passo per scaricare, configurare e utilizzare Genymotion con Android Studio.

Per la vostra nota, c’è anche un emulatore nativo che si ottiene come predefinito con Android Studio. Ma è abbastanza lento e molto più lento rispetto al funzionamento come un vero dispositivo mobile. Inoltre, non esiste un emulatore che possa sostituire completamente un dispositivo reale. Ma Genymotion si sta rivelando la scelta migliore e più vicina agli sviluppatori/tester Android quando si tratta di confrontare gli emulatori.

Scaricate Genymotion Setup.

Prima di tutto, è necessario scaricare il setup di Genymotion. Cliccare sul link sottostante per ottenere il pacchetto di installazione.

➡ Scaricare Genymotion Personal Edition

Installazione.

Una volta che il download è finito, quindi utilizzare i passaggi indicati di seguito per installare l’emulatore Android.

  • Avviare il processo di installazione eseguendo il pacchetto scaricato.
  • Lasciare tutte le impostazioni così come sono, continuare con i passi successivi e cliccare su installa.
  • Vedrete l’installazione di Virtual Box nel mezzo. Nell’ultimo passo, selezionare per lanciare Genymotion.

Configurazione di Genymotion

Dopo i passaggi precedenti, si aprirà la schermata di Genymotion.

  • La prima finestra di dialogo che apparirà, vi chiederà di aggiungere il primo dispositivo virtuale. Fare clic su sì.
  • Troverete che non sono disponibili dispositivi virtuali.
  • Sarà necessario effettuare l’accesso.
  • Ora verranno elencati vari dispositivi virtuali.
  • Selezionate uno dei dispositivi dall’elenco aperto.
  • Fare clic su accanto per recuperare e distribuire il nuovo dispositivo virtuale.
  • Ci vorranno alcuni secondi per completare l’operazione, quindi fare clic per terminare.
  • Il dispositivo virtuale dovrebbe ora essere visibile nel Genymotion Manager.
  • Se lo si può vedere, selezionare il dispositivo e fare clic per iniziare.

Configurazione dell’emulatore Genymotion con Android Studio.

Ora ci vorrà qualche passo in più per aggiungere il plugin dell’emulatore Genymotion con Android Studio.

Aggiungere Genymotion Emulator ad Android Studio.

  • Esegui Android Studio e vai al menu File. Quindi, selezionare l’opzione delle impostazioni.
  • Tra le varie opzioni visualizzate, scegliere Plugin. Vedrai un pulsante con l’etichetta Browse Repositories.
  • Cerca l’emulatore Genymotion per aggiungerlo ad Android Studio.
  • Fare clic con il tasto destro del mouse sul pacchetto di plugin e cliccare su Download e Installa.
  • Fare clic su Sì per il messaggio di conferma dell’installazione.
  • Ora dovresti vedere l’opzione Genymotion sotto la voce Plugins.
  • Premere il pulsante Applica che appare sullo schermo.
  • Ora cercare l’opzione Riavvia nella finestra di Android Studio.
  • Fare clic su Riavvia e attendere che lo studio si avvii e attivi le modifiche.

Utilizzare Genymotion per lanciare il dispositivo virtuale.

Dopo che Android Studio è di nuovo in funzione, cercare un’icona Genymotion all’interno della barra dei menu.

  • Fare clic sull’icona del plugin.
  • Impostare il percorso dell’installazione di Genymotion.
  • Ora il vostro emulatore Genymotion dovrebbe essere pronto per l’uso.
  • Completare il processo e fare clic sull’icona di Genymotion.
  • Sullo schermo apparirà la seguente finestra di dialogo.

  • Selezionare uno dei dispositivi disponibili e cliccare sul pulsante Start.
  • Seguendo la schermata di Genymotion che esegue il dispositivo virtuale, apparirà ora il dispositivo virtuale.
  • È il dispositivo di destinazione dove è possibile eseguire il test delle applicazioni Android.

Sommario – Emulatore Genymotion.

Non tutti, soprattutto i principianti, non saranno disposti a risparmiare un vero dispositivo per testare le applicazioni Android. Inoltre, non dovremmo usare il nostro telefono personale per i test perché potrebbe causare la perdita di dati.

Ma con Genymotion, è facile testare e persino eseguire il debug di qualsiasi applicazione Android. Quindi tutti voi che leggete questo post dovete provarlo.

Ci auguriamo che questo post del blog vi abbia dato qualche punto di partenza. Tuttavia, se avete qualche domanda, vi preghiamo di commentare e di farcelo sapere.

 


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: