Come aumentare il traffico del tuo sito web in sei mesi nel 2020

SEO reporting, data monitoring, web traffic analytics, Big data flat vector illustration on blue background. Modern flat design illustration of Seo optimization website and mobile website or Landing
Condividi questo articolo:


Il traffico del sito web è spesso citato come uno dei fattori più importanti nel determinare il successo del marketing digitale.

Come il fatto che “location, location, location” è un mantra popolare nel settore immobiliare, possiamo anche dire che “traffico, traffico e traffico” sono le tre cose più importanti nella performance di un sito web.

Tuttavia, far crescere il traffico del nostro sito web è spesso più facile a dirsi che a farsi. Dopo tutto, oggi ci sono miliardi di siti web e ci sono milioni di post pubblicati in un solo giorno. Come possiamo distinguerci tra tutti questi concorrenti?

Non scoraggiatevi, però, come in questa guida, discuteremo una tattica efficace per far crescere il vostro traffico in soli sei mesi con una guida passo-passo.

Cominciamo.

Passo 1: Conoscere il pubblico attraverso la ricerca sulle parole chiave

Il primo, e il più importante passo in questo caso è quello di fare quante più ricerche possibili con due obiettivi principali: capire il vostro pubblico; e capire come i vostri concorrenti si stanno avvicinando alla loro strategia di marketing.

La strategia SEO rimane uno dei modi più efficaci per costruire il traffico del sito web, quindi la ricerca sulle parole chiave è molto importante. Trovate le parole chiave di destinazione secondo questi tre principi:

La parola chiave deve essere rilevante per il vostro business, prodotto e/o servizio – abbastanza auto-esplicativo. A volte ci sono parole chiave che non sono così ovvie ma che possono essere una buona opportunità (ad esempio “slam dunk” se sei un sito incentrato sul basket).
Le parole chiave devono essere rilevanti per il vostro pubblico, significate da un alto volume di ricerca mensile
In base al vostro budget e alla vostra tempistica, il concorso per la parola chiave deve essere gestibile.
Potete utilizzare vari strumenti di ricerca per parole chiave per aiutarvi in questo senso, e potete anche utilizzare alcuni degli strumenti per effettuare ricerche competitive. Ottenete il maggior numero possibile di informazioni sul vostro pubblico e sui vostri concorrenti per sviluppare la vostra strategia.

Fase 2: Ricerca competitiva

Nel primo passo, abbiamo discusso brevemente di come condurre una corretta ricerca competitiva basata sulle parole chiave di destinazione.

È possibile farlo manualmente effettuando una rapida ricerca su Google per le parole chiave di destinazione. Controllate i siti che si trovano in cima alla classifica per queste parole chiave (se possibile, controllate tutti quelli che si trovano in classifica nella prima pagina, ma almeno i primi 3).

Il vostro obiettivo è quello di creare un contenuto (significativamente) migliore di queste pagine, quindi analizzate vari aspetti dalla loro qualità di contenuto, stile e tono, struttura, come usano le immagini, ecc. È anche possibile adottare un approccio diverso e discutere l’argomento da un punto di vista unico – si può anche essere in disaccordo con il contenuto e fornire la propria argomentazione -.

In alternativa, è anche possibile utilizzare strumenti di ricerca per parole chiave per analizzare queste pagine. In questo modo, è possibile ottenere informazioni su varie metriche, dal loro traffico mensile alla leggibilità al profilo dei backlink.

Potete anche controllare varie altre aree degli sforzi di marketing di questi concorrenti, dalla loro presenza sui social media e il loro impegno nelle campagne pubblicitarie. Ci sono molti strumenti che possono aiutarvi in questo senso.

Meglio si conosce il proprio ‘nemico’, meglio si può pianificare la propria strategia.

Fase 3: Sviluppare i vostri contenuti

Ci sono due diversi tipi di contenuti in un sito web.

In primo luogo, c’è il contenuto statico – l’informazione “fissa” che è sempre presente – come la tua pagina su di noi, l’elenco dei tuoi prodotti, e così via. Il fatto è che se avete solo informazioni statiche nel vostro sito web, non date una ragione sufficiente per farle tornare dopo che hanno controllato il vostro sito.

Quindi, ecco il secondo tipo: contenuti dinamici. Questi sono i contenuti che vengono aggiornati di volta in volta (ad esempio i post del blog), quindi quando appare un nuovo contenuto, un visitatore del sito web potrebbe visitare di nuovo il tuo sito e probabilmente condividerlo con i suoi amici, permettendoti di avere più visitatori.

Sia i contenuti dinamici che quelli statici hanno il loro scopo, quindi l’idea è quella di sviluppare i contenuti secondo le parole chiave di destinazione di cui abbiamo parlato sopra.

Una delle cose più importanti da ricordare è che, sebbene il SEO riguardi l’ottimizzazione dei contenuti per il motore di ricerca, Google, Bing e altri motori di ricerca stanno diventando sempre più intelligenti. Il loro obiettivo è quello di fornire i risultati di ricerca più rilevanti per il pubblico umano, quindi anche i vostri contenuti devono avere lo stesso obiettivo: portare lo stesso valore e la stessa rilevanza al vostro pubblico ideale.

Quindi, includete le vostre parole chiave in modo naturale e concentratevi sulla leggibilità per i lettori umani.

 

Fase 4: Costruire più backlink

I backlink sono la merce di Internet. Pensate ai backlink – o ai link in entrata – come a un “voto”. Più backlink avete, più backlink avrete, Google e gli altri motori di ricerca determineranno il vostro sito come rilevante e scalerete il ranking dei motori di ricerca.

Più alto è il vostro posizionamento nei motori di ricerca, più traffico avrete. Questo è l’obiettivo principale del SEO.

È tuttavia importante capire che oggi la qualità è più importante della quantità. Se ottenete un backlink da un sito rispettabile nel vostro settore, otterrete più “voto” che 5 backlink da siti di qualità inferiore. Infatti, ottenere troppi backlink in una sola volta potrebbe essere penalizzato da Google.

Mira ad ottenere solo 2 o 3 backlink di alta qualità al mese. Eppure, questo può essere più facile a dirsi che a farsi.

Come ottenere i backlink? Il modo più efficace è quello di avere effettivamente un contenuto di alta qualità. Se i vostri contenuti sono buoni, interessanti e informativi, prima o poi otterrete dei backlink.

Tuttavia, è importante anche il modo in cui si promuovono i contenuti. Utilizzate tutti i canali disponibili, dai social media alla collaborazione con gli influencer, fino all’investimento in annunci a pagamento per promuovere i vostri contenuti.

La promozione dei contenuti può portare a un traffico più organico – il nostro obiettivo principale – e ottenere più backlink nel processo, che a sua volta produrrà più traffico attraverso il SEO. Un investimento vantaggioso per tutti!

Passo 5: Ottimizzare il tuo sito web

Anche in questo caso, ci sono due obiettivi principali nell’ottimizzare gli aspetti tecnici del vostro sito: soddisfare i motori di ricerca (facendo in modo che il vostro sito sia facile da indicizzare correttamente), e portare valore al pubblico umano.

Poiché questo può essere un argomento molto ampio, potreste voler dare un’occhiata a questa lista di controllo tecnico SEO per questo passo. Tuttavia, ecco alcune aree chiave su cui concentrarsi:

  • Ottimizzare la velocità del vostro sito web. Più della metà degli utenti mobile rimbalzerà da siti che si caricano in più di 3 secondi.
  • Assicuratevi che il vostro sito web sia mobile-friendly e preferibilmente mobile-responsive
  • Assicuratevi che il vostro sito web sia abbastanza facile da navigare secondo i principi UX.
  • Assicuratevi che il vostro sito possa essere correttamente indicizzato da Google ottimizzando il file robots.txt e ottimizzando i reindirizzamenti
  • Controllare regolarmente la presenza di maglie rotte e ripararle

 

Fase 6: Investire in pubblicità a pagamento

Possiamo considerare questo come un passo facoltativo a seconda dei risultati generati dai passi precedenti.

L’idea di utilizzare la pubblicità a pagamento è quella di ridurre i tempi. La pubblicità a pagamento – e altri canali a pagamento – può virtualmente generare traffico istantaneamente, purché si disponga del budget.

Trovate il giusto equilibrio tra il vostro budget pubblicitario a pagamento e il tempo investito. Facendo questo correttamente può massimizzare il traffico generato sul sito web in sei mesi.

La chiave della pubblicità online a pagamento è il targeting: più specifico è possibile mirare al pubblico giusto, più le vostre campagne saranno efficienti in termini di costi e più conversioni otterrete.

Conclusione

Facendo i sei passi di cui abbiamo parlato sopra, è possibile aumentare significativamente il traffico del vostro sito web.

La chiave è mantenere la coerenza. Quindi, monitorate regolarmente i vostri progressi, valutate e ri-ottimizzate la vostra strategia di conseguenza. Tradotto con www.DeepL.com/Translator (versione gratuita)


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: