Hacking delle chiavette Coges: come ricaricare la chiavetta per i distributori. “bibite e merendine a volontà”

Condividi questo articolo:


Hacking delle chiavette Coges : come poterle ricaricare gratuitamente

 

Nessuno dei singoli contributori, operatori di sistema, sviluppatori o persona fisica, né altre parti collegate o collegabili a questo blog possono essere in qualsiasi modo ritenuti responsabili per l’uso delle informazioni contenute o riconducibili a queste pagine web. Le informazioni sono solo a scopo EDUCATIVO.

 

Si tratta di un argomento molto particolare poichè stiamo parlando di poter caricare del credito in maniera illecita all’interno di quelle chiavette per i distributori automatici al fin di poter comprare senza spendere un Euro cibo e bevande.

Prima di iniziare questa guida premetto, che come scritto sopra, tutto quello che qui è mostrato e spiegato è solo a scopo didattico e procedere all’esecuzione di quanto mostrato è perseguibile Penalmente dalla Legge Italiana.

Tutto quello riportato deve essere utilizzato solo a fini di studio e non deve essere replicato in nessun modo. Qualsiasi azione compiuta con la lettura di questo articolo può essere solamente riportata a voi. Tutte le operazioni qui svolte sono inoltre fonte di un lettore anonimo del Blog ed il sottoscritto non ha mai utilizzato queste tecniche, nè le foto mostrate possono essere in alcun modo riconducibili al sottoscritto.

Il materiale necessario per procedere all’hacking delle chiavette Coges è il seguente:

  • Chiavetta Coges
  • Multipippo (programmatore di Eeprom)
  • Computer con ingresso seriale 9 pin
  • Cavo seriale 9 pin
  • Solvente per resine (o Acetone)
  • IC-Prog (software da installare sul computer)
  • Accendino
  • Ago di circa 1,3 mm
  • Martello
  • Saldatore a stilo 20 W
  • Stagno
  • Cavi per cablaggio elettronico
  • Morsetti per elettronica
  • Cacciavite

Se non avete voglia di farlo voi stessi potete acquistarlo su ebay il programmatore Ludipipo usb lo trovate nel link di sotto e costa 29€

Oppure a breve vi allego lo schema per crearne uno

http://www.ebay.it/itm/Programmatore-USB-x-PIC-Microchip-ludipipo-JDM-/130436472828#ht_510wt_1271

Adesso che avete raccolto tutto il materiale (eBay, ferramenta, negozi di elettronica) possiamo finalmente passare al procedimento da seguire per ricaricare gratuitamente le chiavette Coges. Il processo richiede molta pazienza poichè nella prima parte della procedura sarà necessario attendere 7 giorni affinchè l’acetone agisca. State però tranquilli che tutto il tempo perso verrà presto ricompensato. Comunque sia, a questo penseremo dopo.

1 – Aprire l’involucro della chiavetta

Come prima cosa  dovete invece aprire l’involucro che contiene il circuito della vostra chiavetta. Per fare questo rompete la parte di colore grigia che “incastra” il cappuccio colorato aiutandovi con il cacciavite e facendo forza nel punto mostrato nella foto qui sotto.

 

 

 

A questo punto, dopo un po’ di tentativi vi dovreste ritrovare in una situazione come mostrata nella foto qui sotto, ovvero dovrete avere il cappuccio colorato senza il blocchetto grigio.

 

 

 

A questo punto sul fondo della chiavetta, al centro, troverete una piccola insenatura.

2 – Munitevi di ago e accendino

Scaldate l’ago con l’accendino e sciogliete la plastica in quel punto, fino a praticare un foro ed affondando fino a quando non trovate una zona di colore rosso. A quel punto prendete il martello e con un colpo secco dovresti riuscire a far saltare il tappo rosso.

A questo punto vi ritroverete in mano un blocchetto pieno di circuiti. 

3 – Armati di pazienza

Ed adesso arriva la parte più noiosa: per 7 giorni dovete raschiare la resina che trovate sopra questo circuito per quanto vi è più possibile per poi immergere dentro l’acetone tutto il blocchetto.

Ripetete questa operazione ogni sera per un’intera settimana o fino a quanto non avrete la situazione mostrata nella foto qui sotto.

 

 

Ok, adesso ci siete quasi. Quello che rimane da fare è semplicemente riconfigurare la memoria eeprom per modificare il credito contenuto nella chiavetta.

4- Costruite l’hardware (è facile)

Per fare questo è necessario collegare i vari punti come mostrato nella figura sotto con il dispositivo Multipippo, il quale a sua volta dovrà essere collegato al computer tramite l’interfaccia seriale a 9 pin.

 

 

Adesso avete completato tutte le procedure fisiche sull’hardware e bisogna passare al lato digitale. Per fare questo aprite il software IC-Prog che avrete in precedenza installato sul computer.

5 – Installare IC-Prog e riprogrammare la Eeprom

Per prima cosa dovremmo andare a configurare il programma per funzionare correttamente. Niente di più semplice, vi basterà seguire le istruzioni qui sotto riportare:

  1. Options -> Language -> Italian => OK
  2. Settaggi -> Hardware -> Com 3-API
  3. Nella voce Programmatore scegliete: JDM programmer
  4. Settaggi -> Controllo Hardware
  5. Convalidate la voce data in => OK => settaggi => opzioni =>
  6. In alto a destra, nella barra dove scegli il tipo di Eeprom o pic da programmare, seleziona 24C02
  7. Chiudi il programma
  8. Riapri il programma
  9. Premi F8

 

Una volta letta la eeprom quello sopra dovrebbe essere più o meno il risultato. L’incremento del credito dipendono dalle righe 0040 e 0050, che dovrete andare a modificare in base alla quantità di denaro che volete caricare sopra la vostra chiavetta.

Non sapete quali sono i codici da inserire al posto di quelle due righe? Nessun problema, ecco a voi quali sono i valori da modificare!

Importo di 1 €

:0040: 0081 00C2 0001 0040

0050: 0081 0082 0001 0040

Importo di 2 €:

0040: 0083 0080 0042 00C

00050: 0083 0040 0042 00C0

Importo di 10 €:

0040: 0083 0082 0002 008C

0050: 0083 0042 0002 008C

Importo di 50€:

0040: 0082 0084 0042 00CC

0050: 0082 0044 0042 00CC

Hai bisogno di informazioni, una consulenza o un preventivo ?
Compila il form e illustrami il tuo progetto


Condividi questo articolo: