Android e Malware : 4 segnali che vi aiutano a capire se siete stati infettati

Condividi questo articolo:


Un software insidioso e pericoloso sul vostro telefono può essere più difficile da individuare che sul vostro PC. Vi aiuteremo a individuare qualsiasi cosa sospetta.

Il malware Android cerca spesso di ingannarvi. Un’applicazione mobile chiamata Ads Blocker, ad esempio, si propone da sola come un utile servizio per ridurre le fastidiose pubblicità mobili, che a volte compaiono per coprire il vostro schermo proprio quando state per accedere a qualcosa di importante. Ma gli utenti hanno subito scoperto che l’app non era altro che un malware che, secondo i ricercatori della sicurezza, non faceva altro che servire più pubblicità.

È solo un esempio di malware che può frustrare gli utenti di telefoni Android, affliggendoli con annunci che i creatori vengono pagati per visualizzare, anche quando gli utenti guardano app non correlate. Il malware spesso raccoglie anche falsi clic sugli annunci, raddoppiando il valore per i creatori.

“Stanno facendo soldi”, ha detto Nathan Collier, un ricercatore della società di sicurezza internet Malwarebytes che ha aiutato a identificare il falso blocco degli annunci a novembre, “E questo è il nome del gioco”.

I ricercatori dicono che l’adware come Ads Blocker è il tipo più comune di malware sui dispositivi Android. Altre app dannose, tuttavia, possono fare cose peggiori che rendere il tuo telefono frustrante e lento da usare – come rubare informazioni personali dal tuo telefono.

I malware possono essere disorientanti, ostacolando il modo in cui si usa normalmente il telefono e mettendovi a disagio anche se non si è sicuri di quale sia la causa del problema. È anche molto comune. Malwarebytes dice di aver trovato quasi 200.000 casi totali di malware sui dispositivi dei suoi clienti a maggio e poi di nuovo a giugno.

Quindi, come si fa a sapere se si dispone di malware sul proprio telefono e come si fa a fermarlo?

Ecco alcuni esempi di cosa si può fare da parte degli esperti di malware mobile.

Come funziona il malware sul vostro smartphone Android

Il malware mobile di solito adotta uno dei due approcci, ha detto Adam Bauer, un ricercatore sulla sicurezza per l’azienda di sicurezza mobile Lookout. Il primo tipo di malware inganna l’utente per ottenere permessi che gli consentono di accedere a informazioni sensibili.

Di cosa sono capaci i malware per smartphone Android

Oltre a rendervi infelici con la pubblicità costante, il malware mobile può accedere a informazioni private. Gli obiettivi comuni includono:

  • Le vostre credenziali bancarie
  • Informazioni sul dispositivo
  • Il tuo numero di telefono o indirizzo e-mail
  • I vostri elenchi di contatti
  • una schermata di accesso ai conti di Google
  • I telefoni Android infettati dal trojan bancario Anubis possono registrare in modo invisibile le password inserite dagli utenti.

 

Gli hacker possono utilizzare queste informazioni per una varietà di compiti malevoli. Possono commettere furti di identità con le vostre credenziali bancarie. Il Trojan bancario Anubis, ad esempio, realizza questo obiettivo ingannando gli utenti per fargli concedere l’accesso alle funzioni di accessibilità di un telefono Android. Questo, a sua volta, permette al malware di registrare ogni app lanciata dagli utenti e il testo inserito, comprese le password. Dopo che gli utenti hanno concesso il permesso una sola volta, l’attività del malware è completamente invisibile sullo schermo, senza alcun segno che stia accadendo qualcosa di maligno mentre gli utenti accedono ai loro account.

Gli hacker possono anche utilizzare il malware per raccogliere e vendere il vostro dispositivo e le informazioni di contatto, fino a quando non sarete inondati da robocalls, testi e, oh sì, altri annunci; e possono inviare link per altri malware a tutti i vostri contatti.

Se sospettate che le vostre informazioni siano già state catturate dal dispositivo di robocall, potete vedere cosa offre il vostro operatore telefonico per ridurre al minimo le fastidiose telefonate. Ad esempio, i clienti di T-Mobile, Sprint e MetroPCS avranno accesso a Scam Shield, un’applicazione gratuita annunciata a luglio.

Se ti interessa, qua puoi trovare un articolo dove ti spiego cosa sono. e come funzionano i virus informatici:

Cosa sono i virus e-mail e i virus informatici – Minacce spiegate

 

Come fermare i malware sul vostro telefono Android

Sia che pensiate di avere già del malware sul vostro dispositivo Android o che vogliate solo proteggervi, ci sono dei chiari passi da compiere.

Per prima cosa, tenete aggiornato il software del vostro telefono. Gli esperti di sicurezza classificano costantemente un sistema operativo attuale e le app aggiornate come uno dei passi più importanti che gli utenti possono fare per proteggere i loro dispositivi e i loro account. Se avete già un malware in esecuzione sul vostro telefono, gli aggiornamenti del software dal vostro produttore di telefoni – ad esempio Android 10 o il prossimo Android 11 – può patch vulnerabilità e tagliare l’accesso al software dannoso goduto. Gli aggiornamenti possono anche impedire al malware di funzionare.

Android 11: Cosa c’è di nuovo e quali precauzioni sono state prese contro i malware

In seguito, esaminate quali permessi hanno le vostre applicazioni. Un gioco ha la possibilità di inviare messaggi SMS? Probabilmente non è necessario e potrebbe essere una bandiera rossa, ha detto Bauer. Tenetelo a mente anche per l’installazione di applicazioni in futuro.

Rimuovere le app che pensate siano dannose può essere difficile. A volte è sufficiente rimuovere i permessi della app, cancellare l’app e farla finita. Altre app dannose si concedono privilegi di amministratore, quindi non possono essere eliminate senza ulteriori passaggi. Se avete problemi a rimuovere una specifica app, potete provare a cercarla online per scoprire cosa ha funzionato per altre persone.

Potete anche considerare l’installazione di applicazioni antivirus. Questi servizi possono a volte rallentare il vostro telefono, e hanno un accesso potenziato al vostro telefono per individuare comportamenti dannosi e avvertirvi, quindi dovete sceglierne uno di cui vi fidate. Ed è probabile che vogliate scegliere l’opzione a pagamento, se potete, sia per sbloccare tutte le migliori funzioni, sia per evitare di vedere ancora più pubblicità.

Le app possono avvertirvi dei malware sul vostro telefono e offrirvi un servizio clienti quando avete bisogno di affrontare qualcosa di brutto. Come minimo, puoi usare un programma ben noto come Malwarebytes, Norton, Lookout o Bitdefender per scansionare il tuo dispositivo se pensi di avere già installato malware.

Infine, è possibile sbarazzarsi o evitare le applicazioni Android scaricate da app store di terze parti. Queste app non vengono esaminate da Google e possono più facilmente introdurre di nascosto software dannoso sul tuo telefono. Google non prende tutto, come dimostrano i rapporti sulle applicazioni Android dannose che vengono rimosse, ma attenersi al Play Store ufficiale di Google – e avere una linea diretta per segnalare i problemi che si incontrano – è un’ulteriore linea di difesa.

 


Per ulteriori informazioni visita il sito: immagi.net

Condividi questo articolo: